BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SFOOTING/ Dal TgCom informazione e spettacolo: arriva "Anche i Berlucconi piangono"

Pubblicazione:

Silvio Berlusconi  Silvio Berlusconi

Vauro. E’ senza dubbio il caso clinico più disperato. Dopo aver lasciato il programma di Santoro, ha abbandonato anche la rivista “Il Male” (che ha definito in maniera sprezzante “troppo buonista”); non volendo finire a fare il Moviolone di Biscardi con l’amico e compagno Santoro, Vauro, con lo pseudonimo di “Orsù Vanesie” (che altro non è se non l’anagramma di Vauro Senesi), firma l’edizione italiana di “Tira-molla”, un fumetto trasgressivo, sperimentale e innovativo, dedicato agli appassionati di cocaina e fagioli, ma solo “di sinistra”.

Ezio Mauro. Il direttore di Repubblica, che da un po’ di tempo si fa le domande sul suo giornale e il giorno dopo si dà pure le risposte, in perfetto stile fai-da-te, ha deciso di lanciare una nuova serie di inserti, per grandi e piccini, che ricordassero i bei tempi, ormai passati, di una sana critica, originale nei temi proposti, libera di spaziare tra i vari argomenti, democratica e - perché no - di sinistra. Si tratta di favole, cd e dvd, che spaziano a 360° gradi nell’universo della politica italiana. Ecco alcuni titoli, tanto per farvi un’idea, e poi correre all’edicola: “Biancaneve e il nano”, “Cappuccetto rossonero”, “Le principesse sul pisello”, “Per chi suona la bandana”, “Il tappo con gli stivali”, “Giovanna d’Arcore”, “La bandana della Magliana”, “La mia bandana suona il rock”, “Il mio nome è Bondi, James Bondi”.

Sandro Bondi. L’ex ministro dei Beni culturali, mettendo a frutto la sua competenza letteraria e la sua, per così dire, intimità, sta scrivendo sul web, per i fan di Silvio, una monumentale “Berluspedia”. Intanto con lo pseudonimo di Giacoma Leoparda ha pubblicato sulla rivista di poesia “Versi, Versetti & Versacci” (sottotitolo: “Ma quanti versi fai?”) l’ode “A Silvio”. Ecco l’ incipit: “Silvio, rimembri ancora / quel tempo della tua vita immortale, / quando il PdL tuo splendea / negli occhi tuoi ridenti e vincenti, / e tu, lieto e gaudente, le scale di Palazzo Chigi salivi?”. (1. continua)

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.