BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VOYAGER/ Riassunto: poltergeist, poteri paranormali in un gruppo di adolescenti. Giacobbo è entrato nell’Arca di Noè. Puntata 31.01.11

Pubblicazione:

Il programma di Rai Due  Il programma di Rai Due

Voyager - Rai Due, riassunto puntata 31 gennaio 2011 – A Voyager un’incredibile serata scientifica, ma avvolta dal mistero, cosa sono i poltergeist? Ci sono adolescenti che hanno poteri paranormali allo stesso tempo incredibili e inquietanti, chi si serve di loro per manifestare la propria potenza. Poi un tema tra religione e superstizione. Che rapporto esiste tra il dio Mythra e Gesù di Nazareth: perché ci sono tanti punti in comune. Un successo editoriale senza precedenti con 26 milioni di copie in tutto il mondo per Stieg Larrsonn, il cui boom internazionale è arrivato dopo il decesso . C’è una relazione tra la sua morte e la sua battaglia contro i movimenti neonazisti svedesi? Tracce dal passato: un passato sommerso.

 

Cosa riposa sul fondo dell’oceano giapponese: un gioco della natura o l’opera dell’uomo uomo? Chi ha fatto la piramide subaquea? Sono davvero resti di un continente scomparso?

 

Questi i temi principali della puntata del programma condotto da Roberto Giacobbo, andata in onda ieri sera. Sul tema dell’Arca di Noè, sembra che in caso di analoga catastrofe a quella biblica, solo la popolazione svizzera potrebbe salvarsi perché stanno dotando le abitazioni di rifugi. Il monte Ararat è il più alto della Turchia oltre 5000 metri e pare che lì ci siano i resti dell’Arca, dove si è fermata alla fine del diluvio. Angelo Palego, archeologo e ricercatore dell’Arca, è convinto che l’imbarcazione, progettata efficacemente per non affondare, sia sul monte turco. L’Arca poteva portare l’equivalente di otto carri ferroviari.

 

CLICCA QUI >> PER CONTINUARE A LEGGERE



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
01/02/2011 - Scientifica? (Sabatini Nicola)

Ma come si fa a classificare come SCIENTIFICA una trasmissione come Voyager? E' sicuramente di intrattenimento, è a suo modo divertente, la sua confezione è fatta anche bene, è accattivante. Ma "scientifica" non la considererei: è piuttosto una caricatura della scienza quella che si vede in Voyager, che gioca molto sul "mistero" nel senso del "misterico", dell'"oscuro", dell'"enigmatico". Non meravigliamoci se poi parlando del Dio Myrtha, del mistero delle Piramidi disseminate in tutto il mondo, dell'Apocalisse del 2012, e dei discendenti dei Templari la gente si disaffezioni alla scienza...