BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COME UN DELFINO/ Riassunto prima puntata 1 marzo 2011 e anticipazioni ultima: attentato a Don Luca. Alessandro e Valeria...

Pubblicazione:

Raoul Bova  Raoul Bova

La mafia è contraria all’opera di Don Luca perché gli sottrae possibili futuri criminali, così obbligano un ragazzino a denunciare Don Luca per violenza su minori. Alessandro, che nel frattempo è tornato a Roma, si vede chiudere le porte dal mondo del nuoto ed è costretto a chiudere la sua carriera. Alessandro torna dai ragazzi di Don Luca e si prende la loro responsabilità. E’ deciso a formare una squadra di nuoto per raccogliere fondi per ristrutturare un centro natatorio che lo Stato a confiscato alla mafia e assegnato alla famiglia di Don Luca. Guai anche per Rocco, il giovane sordomuto che il fratello vuole far interdire per ottenere tutta l’eredità. Anche l’inflessibile giudice, conoscendo Luca, comincia a credere al suo progetto.

 

Pietro continua con i loro scippi notturni, ma una sera trova la polizia. E’ braccato dai mafiosi e dalle forze dell’ordine. Vene preso dai mafiosi e Nico lo raggiunge per aiutarlo. I mafiosi piccano a sangue Pietro e minacciano Nico.

Pietro per molto non potrà nuotare, così Nico decide di prendere il suo posto in squadra.

 

Arriva il giorno della gara e per i ragazzi di Alessandro i risultati sono disastrosi. Ma nella staffetta possono rifarsi e conquistano un esaltante terzo posto.

La giudice valentina scopre che i ragazzi si sono iscritti alla gare senza la sua autorizzazione, ma non può fare altro che complimentarsi. Anche Don Luca dal carcere manda uno splendido messaggi ai ragazzi.

La mafia si vendica e riempie la vasca in cui si allenano i ragazzi di acido fenico.

E’ guerra aperta.

 

CLICCA QUI >> PER LEGGERE LE ANTICIPAZIONI DELL’ULTIMA PUNTATA



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >