BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LE IENE SHOW/ Video, finto caso umano di Adelaide: retroscena dell’arresto della madre nel servizio delle Iene. Puntata 9 marzo 2011

Pubblicazione:

La mamma di Adelaide Ciotola  La mamma di Adelaide Ciotola

Le Iene show – I retroscena del finto caso umano di Adelaide Ciotola - Video Mediaset Le iene show puntata 9 marzo 2011 – La piccola e vivace bambina mora, Adelaide,  sarà capitato a tutti di vederla in trasmissioni televisiva alla ricerca dei suoi beniamini. E’ malata e vuole realizzare i suoi sogni. Ma si è trattato di un finto caso umano, una messa in scena, che ha avuto gravi conseguenze per la mamma della bambina. E’ stata la stessa piccola in alcune apparizioni in tv a dire di avere la sindrome del lobo medio, una grave malattia ai polmoni e di aver necessità di partire per gli Stati Uniti per affrontare un intervento delicatissimo e costosissimo a Houston, per il quale occorrono numerosi fondi . E’ malata, ma ha scritto due libri che ha pubblicizzato in diversi programmi televisivi.

 

Luigi Pelazza svela, per la prima volta, tutti i retroscena della storia di Adelaide Ciotola, la bambina di dieci anni che per anni aveva commosso l’Italia.

Una storia intricata, conclusasi qualche giorno fa con l’arresto (con l’accusa di truffa aggravata, falso ideologico per induzione di Pubblico Ufficiale e falso materiale), da parte della Procura di Napoli, della madre di Adelaide, Luisa Pollaro. Ad eseguire l'ordinanza sono stati gli agenti del Commissariato di Fiumicino.

Una storia toccante su cui Luigi Pelazza, dopo una segnalazione che poneva dei seri dubbi riguardo all’utilizzo dei soldi raccolti (e alla malattia della bambina), aveva deciso di indagare iniziando la sua ricerca dall’Ospedale in cui la ragazzina era stata in cura.

A fronte di alcune risposte elusive, La Iena si era recata quindi da un medico per avere delucidazioni in merito alla malattia e alle sue possibili cure.

Alcune incongruenze con quanto raccontato dai famigliari di Adelaide avevano portato l’inviato ad intervistare la madre della bambina che, incalzata, aveva ammesso che i soldi raccolti in tutti questi anni non erano serviti per pagare le cure necessarie, coperte invece interamente dalla mutua.

Incongruenze che non sono passate inosservate alle forze dell’ordine che, oltre al recente arresto, hanno sequestrato circa 200.000 euro dai conti correnti della famiglia.

 

 

CLICCA QUI SOTTO >> PER GUARDARE IL VIDEO MEDIASET



  PAG. SUCC. >