BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L’OMBRA DEL DESTINO/ Riassunto quarta puntata e anticipazioni penultima, 17 marzo 2011. Teresa assassinata da Lara?

Pubblicazione:

Romina Mondello  Romina Mondello

L’ombra del destino, riassunto quarta puntata 10 marzo 2011 e anticipazioni Penultima – L’ombra del destino incombe sugli abitanti dell’isola di San Giorgio. La catena di orrendi delitti continua e la profezia berbera si avvera in modo macabro strofa dopo strofa e il centro del mistero è la famiglia del commissario Montero. Prima di svelarvi gli incredibili sviluppi della trama, ecco il riassunto della quarta puntata. Anche Buscami, il secondo depositario del prezioso e antico frammento berbero viene assassinato mentre è in carcere, nascondendo l’accoltellamento dall’incendio del commissariato. Tutti sono in pericolo, ma Teresa, la moglie di Pietro è ignara di tutto perché è tra le braccia di Antonio, il misterioso medico a a conoscenza del segreto della profezia e amante della donna. Pietro lo scopre. Lara e Montero cominciano ad avere sospetti su Salvatore Coppola, il padre di Teresa, che nel frattempo porta avanti da solo il misterioso e pericoloso disegno della premonizione e comincia a rivelare i particolari al piccolo Rocco.

 

Tra Montero e Teresa si apre un baratro e il commissario capisce che Antonio è coinvolto. Il medico invita Pietro a fare un’arrampicata e mentre sono su una parete chiede all’amico di lasciarli Teresa perché tanto lui non la ama. Pietro si getta in mare e corre da Lara. I due cedono a una passione trattenuta da troppo tempo, ma Pietro non vuole cambiare la situazione e la poliziotta ne soffre, in silenzio. Lara è turbata dal sui incubi ricorrente; sogna di uccidere Teresa e confida tutto questo ad Antonio.

 

Intanto i poliziotti scoprono che l’arma che ha ucciso Buscami è un antico coltello di fattura africana che non viene venduto, perciò si recano all’azienda Coppola per capire a chi potrebbe avere questo tipo di arma tra i braccianti nordafricani.

Arrivano così a Samira, la donna berbera mandata sull’isola dagli uomini di San Giorgio, la stessa donna che aveva tentato di uccidere Pietro e Lara.

 

CLICCA QUI >> PER CONTINUARE A LEGGERE



  PAG. SUCC. >