BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MORTO ENZO CANNAVALE/ Era il Brigadiere Caputo a fianco di Bud Spencer. Recitò in Nuovo cinema paradiso

Pubblicazione:

Enzo Cannavale - Foto Ansa  Enzo Cannavale - Foto Ansa

MORTO ENZO CANNAVALE -  E’ morto Enzo Cannavale, attore noto, soprattutto, per il ruolo del brigadiere Caputo a fianco di Bud Spencer, per i duetti con Bombolo ed il ruolo di Spaccafico in Nuovo cinema Paradiso”,

 

 

E’ morto a Roma Enzo Cannavale, attore del teatro napoletano e caratterista in numerosissimi film, più di 100. Avrebbe compiuto il prossimo 5 aprile 83 anni. Raramente svolse ruoli da protagonista, ma riuscì comunque a diventare noto al grande pubblico, specialmente grazie alle commedie degli anni ’70 –’80.

 

 

Il suo esordio al cinema è nel ’49, con in “Yvonne la Nuit”' di Giuseppe Amato. Nel 1959 viene diretto da Eduardo De Filippo nella trasposizione televisiva di “Sogno di una notte di mezza sbornia”, il suo esordio. In seguito, tra gli altri, lavora con Nanni Loy (“Le quattro giornate di Napoli”', 962), Dino Risi (“Operazione San Gennaro”, 1966), Francesco Rosi (“C'era una volta...”, 1967), Steno (“Cose di Cosa Nostra”, 1971), Nino Manfredi (“Per grazia ricevuta”, 1971) e Pietro Germi (“Alfredo, Alfredo”, 1972). La fama arriva a fianco di Bud Spencer, nelle vesti del brigadiere Caputo, nella serie “Piedone lo sbirro”, iniziata nel ’73.

 

Viene ricordato, inoltre, per i suoi numerosi duetti con Franco Lechner, alias Bombolo e per i ruoli interpretati in svariati  poliziotteschi con Tomas Milian (come “Squadra antimafia” e “Il delitto del ristorante cinese”). Sempre con Bombolo, poi, prende parte, nel 1983, a due film interpretati da Nino D'Angelo, “Un jeans e una maglietta” e “La discoteca”.

 

Il punto più alto della carriera lo raggiunge nel 1988, quando Giuseppe Tornatore lo dirige, nel ruolo di Spaccafico in “Nuovo cinema Paradiso”, mentre, nello stesso anno riceve il Nastro d'Argento come migliore attore non protagonista per l'interpretazione in “32 dicembre” di Luciano De Crescenzo.  

 

 

Il suo funerale si svolgerà, con ogni probabilità domenica mattina alle 11, nella chiesa degli artisti, in piazza Trieste a Napoli



© Riproduzione Riservata.