BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORUM/ Video, al programma di Rita Dalla Chiesa scoppia la polemica. finta terremotata in tv

Pubblicazione:

Rita Dalla Chiesa  Rita Dalla Chiesa

LA POLEMICA - Non tutto a posto, perché qualcuno si sente offeso e decide di informarsi sulle parole della signora Villa. Su Facebook (e sui maggiori quotidiani nazionali come La Repubblica e Il Corriere della Sera) si diffonde la notizia che la signora non è una residente dell'Aquila come ha detto lei (tra le altre cose, ha affermato di avere un negozio in città di abiti da sposa) ma vive a Popoli, un paesino sempre dell'Abruzzo. Addirittura, la persona che è in studio con lei a spacciarsi come suo marito, non è il vero marito: l'uomo è a casa, a Popoli. E la signora non ha nessun negozio di abiti da sposa: ha una agenzia funebre. Che sta succedendo? Secondo quanto si legge sui giornali è la stessa signora Villa ad ammetterlo: "Lo sanno tutti che Forum è una trasmissione finta" dice.

E' sorpresa della rabbia dei terremotati che sta facendo il giro della Rete, specie su Facebook. "Io non centro nulla" dice. "Ho chiesto di partecipare alla trasmissione e quando gli autori hanno visto che ero abruzzese, mi hanno chiesto di interpretare quel ruolo. Mi hanno spiegato loro quello che dovevo dire". Per fare ciò, ha ricevuto 300 euro. Anche il signor Gualtiero che faceva la parte del marito, era un attore. E' in realtà un infermiere di Ortona, abruzzese anche lui e scelto per via dell'accento. Il problema è che la signora Villa non ha lesinato parole, durante la sua partecipazione a Forum, come quando ha detto che ci sono persone, terremotati, che vivono ancora in albergo perché gli fa comodo invece di andare a abitare nelle case ricostruite. "Stanno lì a spese dello Stato, mangiano, bevono e non pagano, ci vorrei andare anche io". E' a questo punto che scatta l'ira dell'assessore alla Cultura dell'Aquila, signora Stefania Pezzopane, che scrive una lettera a Rita Dalla Chiesa.

LA LETTERA - Tra le altre cose, l'assessore invita Rita Dalla Chiesa a recarsi a L'Aquila per rendersi conto di persona come stiano le cose. "Lei" scrive l'assessore "da persona che ha avuto un'esperienza così forte del dolore, potrà comprendere il disagio mio e di tutti i cittadini aquilani, dopo la puntata di 'Forum' andata in onda ieri. Durante la trasmissione persone che, mi risulta, nulla hanno a che vedere con L'Aquila, hanno parlato della situazione attuale, facendone un quadro distorto e assolutamente non veritiero". Continua la lettera: "Noi tutti che, a due anni dal sisma, di cui a giorni andremo a commemorare l'anniversario  viviamo quotidianamente il dramma e la desolazione di vedere la nostra città distrutta e abbandonata, ci sentiamo offesi e presi in giro. La nostra, oggi, è un'esistenza precaria, in case provvisorie e scuole provvisorie, senza i nostri luoghi, i nostri spazi, la nostra stessa identità di comunità che fatica a ritrovarsi''. Aggiungendo: "''La città che vive quotidianamente tutto questo, con famiglie che hanno perso il lavoro e devono pagare i mutui sulle case crollate, si è sentita ferita e vilipesa''.




CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE L'ARTICOLO E VEDERE IL VIDEO DI FORUM



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >