BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI AMMINISTRATIVE/ La par condicio applicata ai talk show. Il “blitz” di Pdl e Lega

Pubblicazione:

Michele Santoro  Michele Santoro

«L'idea che in queste settimane di conflitti che coinvolgono il nostro paese e di processi che riguardano il premier la Rai possa chiudere i propri programmi di approfondimento è politicamente senza senso», dichiara Paolo Gentiloni, responsabile della comunicazione del Pd. Per il capogruppo dell’Idv in Vigilanza Pancho Pardi, invece, si tratta «dell’ennesimo tentativo di spegnere le voci libere dell'informazione» mentre secondo l'Udc Enzo Carra, «potremmo trovarci in periodo elettorale con un regolamento che determina la sospensione delle trasmissioni di approfondimento e con un atto di indirizzo come quello messo a punto dal Pdl».

Non poteva mancare un commento del conduttore di Annozero, Michele Santoro, secondo cui «quelli che stanno per essere messi ai voti, su proposta della maggioranza, sono provvedimenti liberticidi che, qualora approvati, porterebbero nuovamente alla soppressione dei principali programmi di approfondimento informativo del servizio pubblico». Duro anche il padrone di casa di Ballarò, Giovanni Floris: «Di nuovo? Errare è umano, perseverare è diabolico... Dopo l'esperienza dello scorso anno, quando un regolamento ingestibile portò alla chiusura dei talk show, il Tar ha stabilito che i programmi di informazione non possono essere equiparati alle tribune elettorali».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.