BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RIO/ Tra ritmo e colori, un cartoon che parla della sfida per diventare grandi

Pubblicazione:

Una scena del film Rio (Foto Ansa)  Una scena del film Rio (Foto Ansa)

Un pappagallo blu di Rio de Janeiro sgranocchia i biscotti e beve la cioccolata con i marshmallow in una libreria del Minnesota, mentre fuori nevica. È felice e contento e non rimpiange la foresta in cui vivono gli altri volatili tropicali nel Paese del sole e del carnevale. Un bel giorno d’inverno, però, la vita prende una direzione inaspettata… ed eccoci catapultati in Rio, il nuovo film in animazione di Carlos Saldanha, il regista brasiliano trasferito a Hollywood che vanta una luminosa carriera alle spalle e che ha firmato il secondo e il terzo capitolo de L’Era Glaciale.

Il protagonista è Blu, un macao dalle piume cerulee che, catturato appena nato dai bracconieri, si ritrova nel gelido Minnesota. Per fortuna arriva Linda, una bambina dai grandi occhiali rotondi che si prende cura di lui come se fosse un fratellino. Passano gli anni e Linda, che ama i libri ed è anche un po’ secchiona, apre una libreria, mentre Blu si trasforma in un perfetto pappagallo domestico, che non sa volare e adora il mondo ovattato della gabbia. L’arrivo di un ornitologo che insiste per portare Blu in Brasile, farlo accoppiare con una pappagallina e salvare così la specie dall’estinzione, trascina i due amici in una nuova avventura lontano da casa.

Rio è una classica storia di formazione, che racconta il passaggio dall’infanzia all’età adulta, dalla protezione della famiglia all’incontro con l’amore, dalla paura al senso di responsabilità. Per la prima volta Blu deve affrontare il mondo “fuori dalla gabbia”, lasciarsi alle spalle la realtà comoda e rassicurante che gli è familiare e trovare la fiducia e il coraggio necessari a buttarsi in una nuova vita.



  PAG. SUCC. >