BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ANNOZERO/ Ancora Ruby e le barzellette di Berlusconi per il “Bar sport” di Santoro e co.

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Ansa  Foto Ansa

Ma a parte questa dichiarazione, il resto è confusione, faziosità politica e “sentito dire”. Come Bocchino, che cerca di insegnare alla destra italiana a non essere “così tanto populista”. Più che al populismo (quello russo o quello americano, storicamente parlando?), si ricade invece nel dibattito da “bar sport”, con tutte le schematizzazioni e i pressapochismi della cosiddetta, modernamente, “location”. Ci sono anche “battute al volo”, come nei più classici bar di periferia. La sostanza politica è la noia, molto più spessa di quella moraviana.

In difesa dei magistrati interviene anche Benedetta Tobagi. E lancia un’accusa non tanto velata all’attuale maggioranza, più o meno quella di non accettare il sistema. Travaglio riprende la parola. Ritorna sul “caso Ruby”, con battute ironiche e altre considerazioni. Poi, nella sua appassionata difesa della magistratura, si lancia in qualche excursus storico con una competenza piuttosto discutibile. Per compensare la deposizione della ragazza d’inizio trasmissione, interviene un’altra ragazza che dovrebbe scagionare le feste di Arcore. Lo sfondo dell’intervista è questa volta una discoteca che è paragonabile a una vecchia fumeria cinese di Brooklyn, rimodernata naturalmente secondo i gusti della modernità hip-hop.

Ma Santoro ritorna subito e più specificamente sul “pezzo” coniando un’altra definizione il “blocca Ruby”, cioè la riforma del processo con la prescrizione breve. Ci si infila in un dibattito da legulei che fa perdere letteralmente la trebisonda. C’è bisogno di strofinacci bagnati per svegliarsi davanti al magico piccolo schermo. Anche perché si passa da un processo all’altro di Berlusconi come si parla di un rigore dato o non dato, di un fuorigioco rilevato o non rilevato. Peccato che non ci sia un arbitro.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >