BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RAI/ Annozero, Ballarò e Potere: lettera di richiamo di Mauro Masi per la par condicio

Pubblicazione:

Mauro Masi (Foto Imagoeconomica)  Mauro Masi (Foto Imagoeconomica)

RAI - Annozero, Ballarò e Potere: lettera di richiamo di Mauro Masi per la par condicio - Una lettera di richiamo da parte del Direttore generale della Rai, Mauro Masi, è stata inviata a Bianca Berlinguer, Direttore del Tg3, e a Mario De Scalzi, Direttore ad interim del Tg2, con la quale si richiede maggior attenzione a un rispetto rigoroso della par condicio e a sanare le situazioni di disparità verificatesi in alcuni programmi ricondotti alla loro responsabilità.

In particolare, Masi ha fatto riferimento all’ultime puntate di Potere, trasmissione di Lucia Annunziata, andata in onda lunedì in seconda serata su Raitre, Ballarò, condotto da Giovanni Floris, trasmessa martedì in prima serata su Raitre (in cui c’è stata anche una “lite” tra Mariastella Gelmini ed Enrico Letta), e Annozero, guidato da Michele Santoro in diretta su Raidue il giovedì dopo il telegiornale (in cui si è parlato anche di una barzelletta “censurata” di Berlusconi).

Il richiamo ai direttori dei telegiornali di rete si deve al fatto che in periodo di par condicio i talk show e i programmi di approfondimento sono ricondotti sotto la responsabilità delle testate giornalistiche della rete. Nei richiami del direttore generale della Rai ce ne è anche uno specifico per il Tg3 che avrebbe avuto nella prima metà di aprile uno sbilanciamento a favore dell’opposizione.

Le repliche di alcuni dei diretti interessati non si sono fatte attendere. Lucia Annunziata ha infatti spiegato che nella puntata in questione, dove c’erano ospiti in studio i magistrati di Milano Pierluigi Davigo e Armando Spataro insieme all’ex ministro della Giustizia Roberto Castelli “non ci sono state sbilanciamenti, visto che i due giudici sono figure istituzionali e quindi al di fuori della par condicio”.



  PAG. SUCC. >