BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATRIMONIO WILLIAM E KATE/ Bernardini (Tv Talk): vi spiego cosa cerca la gente negli eventi tv dell'anno

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Ansa  Foto Ansa

Miliardi di persone davanti ai televisori e ai computer, per seguire minuto per minuto quello che è già stato definito da tempo il matrimonio del secolo e l'evento multimediatico dell'anno. Stiamo parlando delle nozze reali tra Williams del Galles, erede al trono d'Inghilterra, e Kate Middleton, non una nobildonna, ma  che è stata comunque in grado di conquistare il difficile cuore della Regina Elisabetta. Una favola? Gli elementi ci sono, per questa sorta di cenerentola (in realtà già ricca di suo) del Terzo millennio che sposa l'affascinante principe. Sta di fatto che oggi 29 aprile si assiste a questo evento e anche chi lo ha criticato inevitabilmente finirà per darci un'occhiata più o men approfondita.  Un evento che si colloca molto vicino all'altro grande fatto che interesserà milioni, probabilmente miliardi di persone: la beatificazione di Giovanni Paolo II. Per comprendere i risvolti prettamente mediatici ma non solo IlSussidiario.net ne ha parlato con il conduttore televisivo Massimo Bernardini.

Il matrimonio tra William e Kate è davvero l'evento multimediatico dell'anno, anzi del secolo?

Questo non lo so, so che però c'è una concomitanza di eventi interessante in questi giorni. Oggi il matrimonio reale e domenica la beatificazione del Papa. Evidentemente sono due eventi molto diversi fra loro, però sono eventi che saranno visti entrambi da milioni, probabilmente miliardi di persone, e quasi sicuramente dalle stesse persone. Quelli che si sono sintonizzati per vedere le nozze di William e Kate poi faranno lo stesso per vedere la cerimonia di beatificazione di Giovanni Paolo II. Dunque c'è un interesse mediatico elevato e concentrato nello spazio di poche ore.

Da dove nasce questo interesse per così dire globale?

Come dicevo sono due eventi diversi: da una parte c'è un santo, dall'altra la favola. Sono però entrambi due eventi che hanno la capacità di parlare alla gente. Il matrimonio reale stesso, con quel senso di favola che si porta dietro dimostra una voglia di bellezza da parte della gente. Perché nonostante molti facciano gli snob, questo matrimonio è una cosa bella da vedere: i due sposi sono giovani, sono eleganti, sono belli. Saranno i futuri re e regina d'Inghilterra, ma non si può liquidare come una cosa che interessa solo agli inglesi. Ed è bello poi vedere come il popolo si riconosca in questa istituzione che è la monarchia. Ecco: sono due eventi di popolo, e vedere un popolo è una cosa molto bella. Il fatto che accadano così vicini nel tempo poi ci porta quasi in un'altra dimensione, in un'altra epoca storica, vorrei quasi dire il medioevo. La celebrazione della santità di un Papa e un matrimonio reale, cose da altri tempi. Insomma come dire: alla fine di tutto, quando hai vagliato tutta la nostra modernità, quello che ti resta sono i valori antichi.



  PAG. SUCC. >