BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CENTOCINQUANTA/ Anticipazioni della puntata in onda stasera, 6 aprile 2011, ore 21.10 Rai Uno

Pubblicazione:

Fotolia  Fotolia

Centocinquanta - Anticipazioni della puntata in onda stasera, 6 aprile 2011, alle 21,10, su Rai Uno - Stasera alle 21,10 su Rai Uno nuova puntata di Centocinquanta, il programma dedicato alle celebrazioni dell’Unità d’Italia, condotto da Pippo Baudo e Bruno Vespa. Gli ospiti saranno parecchi. Ecco i nomi: Milly Carlucci, Bianca Guaccero, Fiona May, Barbara De Rossi, Hoara Borselli, Martina Pinto, Edwige Fenech, Gloria Guida, Serena Autieri, Massimo Ghini, Massimo Ranieri, Amedeo Minghi, Edoardo Bennato e Christian Ginepro.

La puntata inizierà con la celebrazione del ballo nella storia d’Italia. Dagli inizi del Novecento, epoca del valzer, agli anni Venti, con il tango. Poi la moda dei balli sudamericani e centroamericani dopo la Seconda Guerra Mondiale, dal samba alla rumba al mambo fino al jive e al rock, negli anni successivi. A interpretarli sul palco del “Teatro delle Vittorie” i campioni di “Ballando con le stelle”. Ci sarà anche uno spazio dedicato alla storia del nudo, dai primi timidi tentativi di Paola Borboni in teatro nel 1925, ai seni nudi del cinema nel 1941. Poi le battaglie contro la censura nel cinema nel dopoguerra, la rivista “Playboy”, che conquistò le edicole nel 1967 e il primo nudo della televisione italiana nel 1977, con il varietà “Odeon”. A parlarne con Baudo e Vespa saranno Gloria Guida ed Edwige Fenech. Poi si racconterà il matrimonio di Umberto II, con la principessa del Belgio, Maria Josè nel 1930, con un’intervista alla figlia terzogenita Maria Gabriella. Quindi la storia dell’Italia, vista attraverso i centocinquant’anni della Lira. La Lira nacque il 24 agosto 1862 e venne sostituita dall’Euro nel 2002. Ci sarà uno sguardo anche ai terremoti che hanno colpito l’Italia, da quello terribile del 1908 a Messina. E in studio il racconto di Angela Bove, madre della studentessa di architettura Giulia Carnevale, una delle giovani vittime del terremoto de L’Aquila.





  PAG. SUCC. >