BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TV/ Tra Sky, Mediaset, Rai e La7 ecco i modi di godersi lo sport in poltrona

Pubblicazione:

Fonte: Fotolia  Fonte: Fotolia

Per i non calciofili sono partiti i motori. È iniziata sia la stagione di Formula 1 che il Motomondiale. Il gran Premio d’Australia ha raccolto sulla Rai circa 4 milioni di persone con il 52% di share. Un ascolto alto, ma erano le 7.00 del mattino. Nonostante le nuove regole, la gara è stata sonnacchiosa, si sono registrati lo stesso numero di sorpassi avvenuti lo scorso anno con il vecchio regolamento. È anche vero che siamo solo all’inizio e si spera che tutto diventi più spettacolare. Nulla da dire sui telecronisti (Mazzoni e Capelli) e sugli interventi tecnici dai box.
Il bravo e godurioso Guido Meda guida sempre la truppa di Mediaset con i suoi succulenti  commenti per il Motomondiale. I picchi di ascolto sono solo nella Moto GP, nonostante la scarsa affidabilità della Ducati di Valentino. In Qatar lo share è stato del 22%, mentre in Spagna del 24,5% con quasi 5 milioni. Anche qui siamo a inizio stagione, ma si sente il poco peso delle performance del Dottor Rossi. Sicuramente le cadute e i sorpassi di Jerez hanno esaltato la spettacolarità della gara, ma sia Italia 1 e sia noi tifosi speriamo nel nostro campione.
Una nota degna di merito va per il rugby, il Torneo 6 Nazioni ha fatto registrare il tutto esaurito nelle partite giocate al Flamini, con quasi un 4% di share e 680.000 telespettatori. È uno sport che televisivamente rende e dovrebbe essere proposto invece sulle reti Mediaset o Rai.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.