BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RIASSUNTO CHI L’HA VISTO?/ Video, l’omicidio di Carmela Melania Rea, le gemelline Schepp

Pubblicazione:

Carmela Melania Rea, foto Ansa  Carmela Melania Rea, foto Ansa

CHI L’HA VISTO – RIASSUNTO – L’OMICIDIO DI CARMELA MELANIA REA - La puntata di ieri di Chi l’ha visto si è focalizzata sui risvolti e i misteri che avvolgono l’omicidio di Carmela Melania Rea, la donna di 29 anni uccisa con 37 coltellate e ritrovata il 20 aprile, a due giorni dalle scomparsa, nel Bosco delle Casermette di Ripe di Civitella (Teramo).

 

 Un delitto efferato, in cui l’emergere di giorno in giorno di particolari, elementi e indizi, non fa che intricare la vicenda. Si è parlato, ieri, di Salvatore Parolisi, il marito su cui, benché non sia indagato, pare che gravino alcuni sospetti per diverse circostanze non ancora chiarite e atteggiamenti contradditori. Parolisi, infatti, caporal maggiore dell’Esercito, e addestratore delle reclute donne del Reggimento Piceno, aveva negato di avere una relazione stabile, da circa due anni, con una sua ex allieva, Ludovica Perrone. La donna, 27 anni, caporale dell’ottavo Reggimento lancieri Montebello, in servizio a Roma, tuttavia aveva smentito la versione del militare, affermando che le aveva promesso che, per lei, avrebbe lasciato la moglie. Gli inquirenti si chiedono che bisogno avesse Parolisi di mentire. La puntata di ieri, quindi,  è tornata sull’interrogatorio dell’uomo, durato ben 7 ore. Il militare ha potuto lasciare la caserma di Castello di Cisterna solo alle 21 di ieri, mercoledì 11 maggio. La famiglia della moglie, raggiunta dai microfoni di Chi l’ha visto, fa quadrato attorno al genero: «Non credo che mio genero sia coinvolto nell'omicidio, non ci credo neanche se lo vedo», ha detto la madre di Melania alla trasmissione.
«Mio genero non è coinvolto», ha aggiunto la donna, dicendosi addirittura molto preoccupata per lui: «Mi sento male perché è da solo, non ha nessun parente vicino». Raccontando dei terribili istanti successivi al delitto, ha aggiunto: «Il telefono di Melania, che ho chiamato per tutto il pomeriggio, ha squillato fino alle 19 di lunedì 18 aprile», senza che avesse risposta. La trasmissione condotta da Federica Sciarelli, ieri, è anche tornata  a lanciare appelli per Alessia e Livia Schepp, le gemelline di sei anni scoparse nel nulla dallo scorso 30 gennaio. Erano state rapite dal padre Matthias, trovato morto suicida in Italia i primi di febbraio.



  PAG. SUCC. >