BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISTIADA/ Dopo Uomini di Dio, un nuovo film sui martiri cristiani

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una scena del film Cristiada  Una scena del film Cristiada

È dalla morte di Gesù Cristo che i cristiani vengono perseguitati e uccisi in tutto il mondo. Ultimamente in Egitto, Nigeria e Pakistan ci sono stati vari omicidi, il più eclatante per lo spazio trovato sui media mondiali è stata l’uccisione di Shahbaz Bhatti, ministro pachistano per le minoranze. Sapeva che poteva morire, che doveva morire. Ha affermato l’appartenenza a Gesù Cristo senza tentennamenti affrontando l’estremo sacrificio. Un martire. Storia scritta con il sangue che non si troverà sui libri di storia.

Il cinema nel 2010 ha riservato ai martiri cristiani un bellissimo film, Uomini di Dio, che ha anche avuto successo al botteghino. A breve in Messico e poi negli Stati Uniti uscirà il film Cristiada, che racconta la guerra dei Cristeros messicani dal 1926 al 1929.

Il regista è Dean Wright, alla sua prima prova cinematografica dopo essere stato supervisor degli effetti speciali de Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio e precedentemente, sempre con lo stesso incarico, per Il signore degli anelli - Le due torri e Il signore degli anelli - Il ritorno del re, e con James Cameron per Titanic e Terminator 2.

Certo che a passare dai film commerciali a un film in cui si parla della rivolta del popolo messicano contro i massoni che hanno perseguitato la Chiesa, ci vuole del gran coraggio. Basta leggere l’intervista a James Caviezel apparsa nelle settimane scorse in cui affermava che dopo aver interpretato il Gesù di Gibson si è trovato emarginato dal sistema hollywoodiano.

Nel cast di Cristiada troviamo Andy Garcia, Peter O’Toole, Eva Longoria, Bruce Greenwood, attori che ormai non debbono dimostrare più nulla. Questa la trama. Il governo del Messico nel 1924, appoggiato dalla massoneria americana, espropriò la Chiesa di tutti i suoi beni e ridusse allo stato laicale tutto il clero. Poi, ciò che non ottenne con la legge lo ottenne con la forza e lo spargimento di sangue. I cattolici messicani si riunirono in esercito e dettero il via a una controffensiva, la Cristiada, che sconfisse l’esercito regolare. A quel punto il primo ministro messicano, vista la mal parata, venne a patti con la Santa Sede che ordinò alle milizie Cristeros di fermarsi.



  PAG. SUCC. >