BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LAMBERTO SPOSINI/ La moglie: Non riconosce più il mio volto

Pubblicazione:

Lamberto Sposini  Lamberto Sposini

Desta ancora preoccupazione il quadro clinico di Lamberto Sposini, ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma. Il conduttore televisivo non riuscirebbe più a ricordare gli avvenimenti del suo passato.

 

LA MOGLIE: «NON MI RICONOSCE» - Come scrive il sito web Dottor Salute, gli specialisti dell’ospedale della capitale avrebbero fatto sapere che l’anchorman de «La vita in diretta» avrebbe subito lesioni nell’area del cervello che controlla la memoria e all’immagazzinamento delle informazioni. Proprio la moglie Sabina Donadio, prima di chiedere il massimo rispetto della privacy a tutti i media sulla vita privata del conduttore, avrebbe manifestato tutta la sua preoccupazione. Sposini non è infatti più in grado di aprire gli occhi, né di riconoscere i familiari. La Donadio avrebbe aggiunto: «Lamberto non parla, non mi riconosce, lui non c’è, è assente, non è cosciente».

 

UN MESE DALL’EMORRAGIA - Ormai è trascorso un mese dal 29 aprile scorso, quando Sposini è stato colpito da un’emorragia al cervello che ha costretto i medici a intervenire d’urgenza per salvargli la vita. L’uomo è stato portato in ambulanza prima all’ospedale Santo Spirito e quindi al Policlinico Gemelli di Roma. Ieri sera intanto si è giocata la Partita del Cuore 2011, trasmessa su Raiuno, con le squadre scese in campo in onore di Sposini. A sfidarsi la Nazionale Cantanti, la Nazionale Parlamentari e il Telethon Team.

 

PARTITA DEL CUORE - «Vorrei che questa ventesima edizione della Partita del Cuore fosse in qualche modo dedicata a Lamberto Sposini, amante dello sport e grande tifoso della Juventus – ha osservato il presidente Rai, Paolo Garimberti -. Uno sport, il calcio, che amava molto e che tutti ci auguriamo torni presto a guardare di persona… Il giorno che Lamberto si è sentito male ci siamo sentiti un po’ più poveri umanamente e professionalmente». In campo allo stadio Ennio Tardini di Parma sono scesi Enrico Ruggieri, Alex Britti, Max Gazzè, Claudio Baglioni, Raoul Bova, Neri Marcorè, Gene Gnocchi, Kaspar Capparoni, insieme a calciatori e allenatori come Fabrizio Miccoli, Hernan Crespo, Gianfraco Zola e Roberto Mancini.



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
04/06/2011 - sposini (rita vagnozzi)

è una vera tragedia!