BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NON SMETTERE DI SOGNARE/ Per l’ultima puntata i segreti dietro le quinte della fiction-talent

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una scena della fiction Non smettere di sognare (Foto Ansa)  Una scena della fiction Non smettere di sognare (Foto Ansa)

Supponiamo che l’orario di registrazione sia in una location esterna (una casa) e che si svolga con un orario diurno (8.00-18.00) ed eccovi un tipico ordine del giorno con scene abbastanza semplici. Si inizia alle 7.00, orario in cui siamo tutti convocati. Alle 7.45 arrivano i camper, il cinemobile, il furgone sartoria e il reparto costumi. Un quarto d’ora dopo, alle 8.00, mentre gli attori sono al trucco, il reparto arredamento scenografia attrezzeria sistema gli ambienti interni. Alle 8.30 arriva la troupe tecnica e il reparto luci e macchinisti, nonché la regia e si iniziano gli allestimenti. Finalmente alle 9.15 inizia la prova lettura copione con gli attori sul set.

Questo per quanto riguarda la mattina. E dopo?

Dopo la pausa pranzo, alle 14.00 continuano le riprese fino alle 16.30, tempo per smontare tutto in 45 minuti e rientrare alla base entro le ore 18.00, altrimenti siamo in straordinario. Il Direttore di produzione e il personale del reparto di produzione è l’ultimo ad andare via, perché deve verificare che tutto sia a posto. Che tutti i reparti, per esempio - ma non solo -, abbiano effettuato lo smontaggio nei tempi e modi stabiliti nella riunione di produzione verificatasi la settimana precedente. Verso le 18.00 forse si riesce ad andare via, se l’imprevisto non predomina nella giornata. Ore 19:00 rientro in sede e poi a casa. Ma non è finita qui!

Perché?

Oltre a coordinare quanto esposto nell’ordine del giorno, il Direttore di produzione si occupa di verificare che tutto il necessario richiesto dai reparti per il giorno successivo sia effettivamente disponibile e confermato. Inoltre, redige l’ordine del giorno per l’indomani e contemporaneamente deve tener sott’occhio la settimana successiva per garantire che tutti siano informati sul da farsi. La fiction (otto puntate) è durata 18 settimane!

Qual è stata la tematica da lei più sentita?

Desiderare dormire di notte con la speranza di farcela a resistere fino alla fine e con successo, soprattutto senza dimenticare il significato ultimo del mio vivere e del mio lavoro. Il successo personale c’è stato, la sfida professionale è stata superata e vinta, il senso del vivere l’ho conservato cercandolo di condividerlo con tanti rapporti… Ahimè, dormire è stata una lotta a cui cerco di porre rimedio ancora adesso.

Giovanni, Non smettere di sognare è stata girata in alta definizione: in questo senso è davvero innovativa. Questo cos’ha comportato da un punto di vista tecnico?

Registrare in High Definition è stata un’impresa innovativa, che ha messo alla prova tutti quelli che ci hanno lavorato, che ha portato conoscenza, impegno, studio e approfondimento di risorse e metodi nuovi. Insomma, davvero una grande esperienza. È stato deciso di utilizzare le telecamere Sony 2700 Full HD su scheda di memoria. Uno dei principali problemi che ci siamo posti è stato come e dove memorizzare la quantità di dati registrati. Si trattava infatti di disporre di circa 300 ore di girato per otto film della durata di 100 minuti circa ciascuno.

Quindi cosa avete fatto?



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >