BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOMENICA 5/ Melissa Satta in lacrime per la fine dell’amore con Bobo Vieri

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Bobo Vieri  Bobo Vieri

Domenica 5:Melissa Satta in lacrime per la rottura con Bobo Vieri – A Domenica 5 Melissa Satta non ha nascosto le lacrime per la fine della storia con Bobo Vieri. Nella puntata di domenica 8 maggio 2011 la ex velina è stata intervistata da Federica Panicucci, alla quale ha raccontato le fasi finali di un rapporto durato 5 anni. E’ stata la prima volta che la Satta è apparsa in tv dopo la fine della sua storia. “Ho visto Bobo prima di partire per New York, tra noi era tutto normale – ha raccontato la ex velina - una storia normale con le sue gioie e i suoi dolori, proprio in quella settimana avevamo avuto una discussione, ma tranquilla”. Quindi Melissa ha reso noto come ha scoperto di essere stata lasciata dal calciatore:  “Ero a New York, mi sono svegliata alle 7 di mattina e ho visto i mille messaggi che mi erano arrivati durante la notte sul cellulare; poi ho letto in internet il comunicato che annunciava la fine della nostra storia d’amore. Ero incredula, arrabbiata e delusa, non capivo questo gesto così forte. Il comunicato mi ha sbalordita  - continua la ex velina - perché siamo sempre stati molto riservati e forse sarebbe stato meglio parlarne tra noi ed eventualmente comunicarlo insieme. L’ho chiamato ma ho pensato che la cosa più giusta da fare fosse venire in Italia e, dopo 2 giorni, ero a Milano. Era a casa mia, abbiamo parlato molto ma non ho ancora capito il perché del comunicato stampa: forse è stato un gesto istintivo, in un momento di rabbia ha reagito così”. Un racconto sofferto, durante il quale Melissa Satta non ha nascosto le lacrime.  “Penso di poterlo perdonare – continua -  è stata una storia importantissima. Certo c’è un po’ d’amarezza perché pensavo fosse la storia giusta alla quale ti dedichi al 100%. Speravo di fare una famiglia con lui. L’ho conosciuto alla fine della sua carriera, era un momento difficile e gli sono sempre stata vicina per come era e non per quello che faceva”.



  PAG. SUCC. >