BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MICHELE MISSERI/ Stasera a Chi l’ha visto aggiornamenti sul delitto Scazzi. E la scomparsa di Denise Pipitone. Anticipazioni 1 giugno 2011

Le anticipazioni della puntata in onda stasera del programma condotto da Federica Sciarelli, che torna ad affrontare il caso dell'omicidio di Sarah Scazzi

Michele Misseri Michele Misseri

Chi l'ha visto: dopo la liberazione di Michele Misseri, scarcerato, Chi l'ha visto torna ad occuparsi, nella puntata in onda stasera, 1 giugno 2011, dell'omicidio di Sarah Scazzi. In una sorta di macabra "staffetta", lo zio di Sarah è stato rimesso in libertà, ma è stata tradotta in carcere sua moglie, Cosima Serrano Misseri, accusata di aver partcipato attivamente al delitto di Sarah Scazzi. Ma cos'è successo veramente nella villetta dei Misseri, come si è svolto l'omicidio della ragazzina da parte di unfa famiglia che invece avrebbe dovuto volerle bene? Intervistato dalle telecamere di Matrix, Misseri si è di nuovo dichiarato colpevole del delitto della giovanissima nipote, escludendo da ogni responsabilità la moglie e la figlia che ora restano rinchiuse in prigione. Come si evolveranno le indagini? Si riuscirà a scoprire chi davvero ha ucciso Sarah? Ma questo non è l'unico drammatico caso di cui si occuperaà stasera il programma di Federica Sciarelli su Rai Tre: “Denise è stata portata a Palermo”. In una drammatica udienza al processo per il sequestro della bambina, ha parlato Giuseppe D’Assaro, lo zio di Jessica che si è profondamente scusato con Piera Maggio, la mamma di Denise.  L'uomo sostiene di aver mentito quando aveva raccontato di aver gettato il corpo della piccola in mare e avrebbe fornito una nuova versione dei fatti. Si tornerà quindi a parlare del tragico assassinio di Carmela Melania Ream la giovane mamma di Somma Vesiviana. Gli inviati del programma saranno nel paese di origine della donna e daranno gli aggiornamenti sulle indagini, che starebbero ancora seguendo la pista legata alla vita e alle attività lavorative del marito di Melania, Salvatore Parolisi, che no nè indagato, ma ritenuto parte offesa e persona informata dei fatti.