BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L’OMBRA DEL DIAVOLO/ Anticipazioni della puntata in onda stasera, 30 giugno 2011, ore 21.10, Rete 4

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

L’Ombra del diavolo - Anticipazioni della puntata in onda stasera, 30 giugno 2011, alle 21.10, su Rete 4 - In onda la Docufiction di cento minuti, in cui con un nuovo modo di esporre il linguaggio televisivo saranno ricostruiti alcuni avvenimenti del nostro passato. Nel corso della nostra vita sono accaduti dei fatti che anche se non ci hanno toccato da vicino ci hanno coinvolto emotivamente. Avvenimenti storici di una certa rilevanza. Così da questa riflessione nasce questo speciale format televisivo in cui accadimenti clamorosi sono stati ricostruiti non soltanto con filmati, testimonianze e documenti dell’epoca, ma grazie appunto alla fiction con i ricordi e le reazioni di quanti vissero e furono partecipi di quelle circostanze. In questo caso verranno analizzati due fatti specifici dello scorso secolo: la tragedia della strage di Jonestown e i misteri legati alle apparizioni di Fatima. Protagonisti di questa fiction sono Sebastian, interpretato da Cesare Bocci, un abile investigatore, che darà via alle ricerche con i suoi due collaboratori, che di volta in volta ricostruiranno alcuni eventi della storia recente. Aiutante di Sebastian è Filippo interpretato da Antonello Fassari, un cinquantenne ex detenuto, che lavora con  lui come uomo di fatica; c’è anche Federica, interpretata da Claudia Zanella, un’attraente ventottenne, esperta di computer, incaricata di dare ordine e digitalizzare il grande archivio della biblioteca. Del resto anche la stessa biblioteca, poco lontana da Castel Sant’Angelo riveste una certa importanza: è un luogo immaginario che è stato ambientato all’interno della storica biblioteca Casanatense  di Roma, aperta nel 1701. Scaffali, ricchi di preziosissimi libri, fotografie, filmati di repertorio e tanti misteri. Nel primo episodio siamo a Jonestown, in Guayana, il 18 novembre 1978, quando in un posto isolato dal mondo esterno, Jones James Warren Jones conosciuto come Jim Jones, fondatore anche della congregazione religiosa della Chiesa Cristiana del Tempio del Popolo dopo avere fatto uccidere nove persone nella vicina pista aerea di atterraggio induce i membri della sua congregazione a un terribile suicidio di massa. Morirono 911 persone: l’indagine di Sebastian e dei suoi assistenti  ricostruisce tutti i fatti con la testimonianza anche di due sopravvissuti.




  PAG. SUCC. >