BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MELANIA REA/ A Chi l’ha visto aggiornamenti: Salvatore Parolisi ancora nel mirino degli inquirenti? Anticipazioni 8 giugno 2011

Pubblicazione:

(Foto Ansa)  (Foto Ansa)

Melania Rea: stasera a Chi l'ha visto verranno dati, in diretta gli aggiornamenti sul delitto di Melania Rea, la giovane mamma di 29 anni della cui morte non è ancora stato individutato il colpevole. nella puntata di stasera, 8 giugno 2011, in onda su Rai tre alle 21.10, si tornerà a parlare di Carmela Melania Rea, perchè, come emerso nella scorsa puntata, ci sono delle contraddizioni nelle dichiarazioni di Salvatore Parolisi, il marito di Melania Rea, che nonostante sia nel "mirino" degli inquirenti e sia stato sentito più volte dalle autorità competenti, resta comunque parte offesa e persona informata dei fatti, un vedovo padre di una bimba di 18 mesi alla quale hanno ucciso la mamma. Ci sono però contraddizioni in quanto dichiarato da Parolisi agli inquirenti: l'uomo ha detto che la moglie è scomparsa da Pianoro del Colle lo scorso 18 aprile, ma pare che nessuno l'abbia vista in quel luogo. A far molto riflettere anche le tante attività che la famiglia Parolisi ha fatto in quella drammatica mattina del 18 aprile: per ucciderla premeditatamente, l'assassino avrebbe dovuto seguirli e pedinarli, ma dalla ricostruzione dei fatti proposta da Chi l'ha visto, pare non ci sia nessuna testimonianza che possa alludere al fatto che qualcuno possa aver seguito i Parolisi, ma ci sono anche altre contraddizioni nelle interviste rilasciate dal caporalmaggiore dell'Esercito. Stasera a Chi l'ha visto verranno forniti altri particolari e altri aggiornamenti. Intanto, secondo quanto riporta il sito mondonews24.com, sembra non gradire tutta questa attenzione mediatica e su questo si sarebbe espresso il legale Walter Biscotti, il quale ha sottolineato che forse bisognerebbe percorrere altre piste se si vuole individuare l'assassino di Melania. L'avvocato rinnova comunque la piena disponibilità nei confronti delle autorità inquirenti e la fiducia massima nella magistratura. Si parlerà inoltre di una famosissima inchiesta aperta nel lontano 1938...



  PAG. SUCC. >