BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAUL/ Un E.T. in “versione 2.0” per un film dove il protagonista è il doppiatore

Pubblicazione:

Paul, il film  Paul, il film

L'universo nerd e geek, ossia quello dei “secchioni” appassionati di tecnologia, fumetti e fantascienza, negli ultimi anni ha avuto un grande incremento e una nuova fortuna popolare, tanto da fare di questi soggetti dei veri e propri personaggi dell'immaginario, tanto in tv quanto al cinema e nella letteratura. Ne è un esempio Paul, il nuovo film di Greg Mottola con Simon Pegg e Nick Frost, coppia comica adorata fin dai tempi de L'Alba dei morti dementi e Hot Fuzz (diretti da Edgar Wright).

Già il plot fa capire il contesto: i due protagonisti viaggiano da Londra a San Diego per il Comic-con, il raduno di fumetti e fantascienza più importante del mondo, e ne approfittano per fare un viaggetto lungo i luoghi dell'America ufologica. E manco a farlo apposta incontrano Paul, un alieno in fuga dal Fbi che lo vuole eliminare perchè ha visto (e detto) troppo.

Scontro tra humour britannico e comicità Usa nella sceneggiatura scritta dai due protagonisti che mettono in scena un film comico on the road che guarda alla fantascienza messianica e all'action-movie di tarda formazione con gli occhi e i meccanismi del cinema per ragazzi.

Con l'affetto del fan e il puntiglio del purista, il film costruisce un viaggio ironico e competente nella cultura pop americana fatta di Ufo, serie televisive, fumetti, film e libri misteriosi, e in quella folkloristica, divisa tra avvistamenti e rapimenti alieni e l'estremismo cristiano, il tutto visto attraverso gli occhi di un alieno sfrontato che sembra una versione volgare dell'E.T. di Spielberg.



  PAG. SUCC. >