BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SATIRA/ Bossi: ministeri al nord e Lampedusa al centro... del Lago di Garda!

Pubblicazione:

Renzo Bossi (Foto Ansa)  Renzo Bossi (Foto Ansa)

Articolo LA. È il preambolo della legge: “LA mia idea è la stessa di quella di mio padre, perciò è giusta a prescindere. Ed è quindi giusto che io vada a sottoporvela, cioè a mettervela sotto il naso”.

Articolo LO. Spiega con sintesi ed efficacia lo scopo della legge. Recita così: “LO scopo di questa legge è quello di attuare la premessa di cui sopra, che al momento non verrà illustrata e spiegata nell’articolo sotto (vedi articolo sotto)”.

Articolo IL. È composto di un solo comma: “IL comma di questo articolo serve solo a preparare l’arrivo dell’articolo successivo (vedi articolo successivo)”.

Articolo I. È il più lungo. In pratica fa l’elenco dei ministeri e delle loro destinazioni. Recita così: “I ministeri da trasferire sono:

1) Ministero dei Trasporti a Vado (Venezia) oppure a Torno (Como): dipende dal senso della direzione di marcia;

2) Ministero delle Poste a Busto Arsizio, che cambierà nome in ImBusto Arsizio;

3) Ministero delle Infrastrutture a Ponte di Legno (così almeno potremo rifarlo in cemento armato, molto armato per impedire il passaggio ai non padani);

4) Ministero degli Interni a Lissone (Monza), così i mobilieri brianzoli potranno arredarlo al meglio con gli interni giusti;

5) Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste all’Abetone;

6) Ministero dell’Economia all’Autodromo di Monza, così se il ministro Tremonti non taglierà le tasse lo faremo rincorrere da una Lancia Fiamme guidata da Mario Borghezio;

7) Ministero della Pubblica Amministrazione a Brunico, perché è il posto più in alto in cui possiamo mettere Brunetta;

8) Ministero della Famiglia a Bentivoglio (Bologna);

9) La sede della Figc a Calcio (Bergamo), così possiamo finalmente varare la Nazionale Padana;

10) Presidenza del Consiglio a Trepalle (Sondrio) così avremo anche la location adatta per metterci Maroni”.

Articolo GLI. È così denominato perché recita: “GLI articoli precedenti si reputano già accolti, approvati, controfirmati dal presidente della Repubblica, pubblicati sulla Gazzetta ufficiale ed entrati in vigore”.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >