BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FESTIVAL DI VENEZIA/ I film italiani in gara, le schede di presentazione

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

TERRAFERMA - Un giovane regista, Emanuele Crialese, alle prese con una storia dedicata al problema dell'immigrazione. Crialese ha studiato alla New York University e ha debuttato come regista nel 1997 con un lungometraggio, "Once we were strangers". Crialese si è creato un buon seguito in Francia, dove il suo film "Nuovomondo" ha ottenuto notevole successo di critica e di pubblico. Il film, nel 2006, verrà presentato alla mostra del cinema di Venezia: vincerà il Leone d'Argento ottenendo la candidatura italiana agli Oscar per il miglior film straniero. "Terraferma", con evidenti riferimenti a Lampedusa e al problema dell'immigrazione, racconta la storia di tre persone ambientata in una piccola isola siciliana ancora lontana dal turismo di massa, ma investita dall'arrivo di barconi di immigrati.

Al centro ci sono un anziano pescatore, sorta di autorità morale, una ragazza che sogna di fuggire e un giovane che cerca la sua strada. Ognuno di loro dovrà prendere una decisione che cambierà la loro esistenza. Protagonisti del film sono Donatella Finocchiaro, Giuseppe Fiorello e Mimmo Cuticchio. Domatella Finocchiaro, da avvocato che era, ha deciso di darsi alla recitazione verso il 2001 con il ruolo da protagonista nel film "Angela": vincerà subito diversi premi per la sua interpretazione. Mimmo Cuticchio è un volto noto del cinema italiano, ma non solo: nel 1990 infatti recitò nel Padrino III di Coppola. E' anche il più importante erede della tradizione dei centisti siciliani, i cantastorie, nonché dei pupi siciliani. Infine Giuseppe Fiorello, fratello del noto Rosario, una carriera da attore ormai di primo piano cominciata nel 1998 con un ruolo nel film L'ultimo capodanno di Marco Risi. Un film di estrema attualità e che ha dunque molte chance di conquistare la vittoria finale.




< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >