BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L’ARTE DI CAVARSELA/ Ragazzi senza meta in un film con gli adulti "sbiaditi"

Pubblicazione:

Una scena del film L'arte di cavarsela  Una scena del film L'arte di cavarsela

Non è certo una visione del mondo ottimista e rassicurante, ma non bisogna dimenticare che rispecchia un ambiente - quello della Upper Class di New York - fatto di ricchezza e di privilegi, ma tristemente privo di energia e dell’arte pratica “di cavarsela” nella vita quotidiana. Un mondo dove l’assenza di uno scopo più alto, di un obiettivo per cui lottare e da conquistare con le unghie e con i denti porta all’indifferenza e allo “spleen” di baudeleriana memoria, spingendo i giovani a ripiegarsi in se stessi e a sfuggire all’impatto con la realtà.

Eppure c’è qualcosa di buono che suscita tenerezza ed empatia nello spettatore. La sensibilità del protagonista, l’apertura ai sentimenti e al romanticismo che, in un modo o nell’altro, prima o poi si insinua nella vita dei giovani. Anche in quella degli eredi tormentati del giovane Holden.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.