BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEETING 2011/ Spettacoli: La ballata del cavallo bianco lunedì 22 agosto 2011. Chesterton "svelato" da Otello Cenci

Pubblicazione:

Gilbert Chesterton  Gilbert Chesterton

Meeting Rimini 2011, spettacoli – Sarà La ballata del cavallo bianco di Gilbert Keith Chesterton l’atteso spettacolo in programma, alla kermesse riminese, lunedì 22 luglio 2011. Il sipario, si alzerà alle ore 21.45 in Arena D3, con ingresso a pagamento. La Ballata è stata scritta nel 1911: il drammaturgo inglese ha costruito una delle sue opere più importanti, ma allo stesso tempo meno conosciute. Si tratta di un poema sviluppato sulla vittoria riportata da re Alfred sui danesi del re Guthrun, sbarcati sulla costa britannica nella seconda metà del IX secolo. Può un re-guerriero opporsi vittoriosamente all’invasione barbarica venuta per distruggere civiltà e certezze? Può l’uomo costruire sulle speranze, invece che attendere fatalmente l’abbattersi di drammi e distruzioni sulla propria quotidianità? Questi gli interrogativi introno a cui si snoda l’opera di Chesterton. Basandosi su notizie storiche e di leggenda popolare, lo scrittore inglese ha creato uno sviluppo poetico basato sullo scontro tra civiltà e barbarie, tra certezze e distruzioni. Lo spettacolo è organizzato con la partnership della Seton Hall dell’Università di Oxford, che ha dedicato a Chesterton, all’inizio dello scorso luglio, un convegno di studi internazionali, a riprova della sua fama all’interno della cultura anglosassone.  La ballata viene rappresentata sul palcoscenico del Meeting di Rimini con l’adattamento di Annalisa Teggi, la più importante studiosa italiana di Chesterton, con le interpretazioni di Massimo Popolizio (attore), Eleanor Shanley (voce solista) e Laura Palmieri (presenza scenica e voce). La regia è di Otello Cenci. La mise en scene è accompagnata dalle musiche di Marco Poeta (tra i maggiori chitarristi italiani), assemblarsi in una messa in scena multimediale che permetterà al pubblico di vivere i momenti cruenti della battaglia di White Horse Hill, momento clou della vicenda del re santo e guerriero che dopo aver sconfitto i danesi è passato alla storia con l’epiteto di Alfredo il Grande. Ma scopriamo qualcosa in più sugli interpreti della pièce.



  PAG. SUCC. >