BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SATIRA/ Abolite i ponti? I Fans (Fannulloni esagitati) ringraziano

Pubblicazione:

Foto: Fotolia  Foto: Fotolia

Nel corso del programma “Amaca”, condotto oziosamente da Maria De Filippi e da un indolente Maurizio Costanzo, in onda su “Sky fermo, non ti agitare!”, nella rubrica “C’è posta per noi, ma il postino ha suonato 22 volte prima che andassimo ad aprire”, è stata letta una lettera aperta (nel senso che la busta era già strappata) indirizzata al ministro Brunetta, dopo la decisione del Governo di eliminare alcuni ponti per le festività, firmata “Un gruppo di Fans (Fannulloni esagitati)”.
Gentile signor ministro Brunetta,
pare che nel laborioso Veneto ci siano qualcosa come 180mila giovani tra i 18 e i 34 anni che non lavorano e non studiano. “Quale crescita, quale speranza di rilancio?” ha tuonato Dario Bond, capogruppo Pdl nel consiglio regionale veneto. Ai noi Fans (Fannulloni esagitati), vien da chiedere: dottor Bond, ci farebbe avere un autografo di suo cugino James, il famoso agente 007 con licenza di uccidere?”. Cosa c'entra, direte voi? Niente, è che noi, da buoni Fans, siamo un po'... “oni” (Ma cosa avete capito, non quello che tutti state malignamente pensando, volevamo dire... fannulloni!).
E se nel laborioso Veneto la pensassero come noi? Se questi 180mila avessero scoperto un nuovo modello di sviluppo (altrui)? Ci auguriamo di no, perché meno siamo (noi fannulloni) e meglio stiamo. E' un lavoro d’élite, il nostro. Vorremmo, anzi, approfondire la vicenda, e di corsa (si fa per dire, eh?).
Come dice lo Zingarelli, che sa molte cose perché le ha rubacchiate qua e là in giro per il mondo (ed è uno di noi, perché nella vita non è che abbia combinato 'sto granchè, in fondo ha scritto un libro solo), i fannulloni “sono i più grandi lavoratori del mondo, perché sono costretti a far di tutto per non far niente”.
Si contano numerose tipologie di fannulloni, ciascuna con caratteristiche precise e inconfondibili.
Innanzitutto, i fannulloni classici, la categoria più antica, quelli cioè che non fanno nulla di nulla; stanno tuttavia cadendo un po’ in disarmo, e capirete il perché seguendo il filo del nostro ragionamento (con calma, se no si finisce col lavorare!).
Un esemplare non raro di fannullone è il cosiddetto imitatore, quello che si guarda in giro, prende possesso del territorio e poi si piazza al grido di “Fan tutti così!”. Ed è per questo che è meglio conosciuto come così fan tutti.
Sono invece in aumento, anche se ancora abbastanza invisibili (pare sia una recente patologia di origine genetica) quei fannulloni che pur non facendo niente sono soggetti a frequenti crisi d’asma, i cosiddetti fantasmi.



  PAG. SUCC. >