BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ANONYMOUS/ La maschera di V per Vendetta è la più venduta nel mondo

Pubblicazione:

La maschera di Anonymous  La maschera di Anonymous

Anonymous, il gruppo di hacker noto per avere preso di mira Scientology, il governo iraniano, la Nato e i siti web di Visa, MasterCard e altre multinazionali, ha scelto una maschera per identificare i suoi membri. E di recente le sue vendite nei negozi di tutto il mondo sono salite alle stelle.

 

MASCHERA DELLA VENDETTA - Quando appaiono in pubblico per protestare contro la censura e ciò che considerano come una forma di corruzione, i sostenitori di Anonymous si travestono con le sembianze di Guy Fawkes, l’inglese del 17esimo secolo che cercò di fare saltare per aria la sede del Parlamento di Londra. Completamente bianca, con guance dal rosso acceso, un largo sorriso, baffi e pizzetto neri, la maschera si confà agli hacker perché era stata indossata da un furfante anarchico che sfidò un governo autoritario. Una vicenda cui è stato dedicato il film “V per Vendetta”, prodotto nel 2006 da Warner Brothers. Ma ciò che poche persone sembrano conoscere, e che si è scoperto grazie a un articolo di Nick Bilton sul New York Times, è il fatto che Time Warner, una delle più grandi società del mondo dei media e parente di Warner Brothers, detiene i diritti dell’immagine e riscuote una percentuale per la vendita di ciascuna maschera.

 

“PER NOI E’ UN SIMBOLO” - Gli hacker indossano la maschera ogni volta che protestano fuori dalla sede di Scientology. Ma la portavano anche nel corso di una protesta, che in realtà non è durata a lungo, svoltasi questo mese a San Francisco in seguito alla decisione della Bay Area Rapid Transit di togliere la linea ai telefoni cellulari per contrastare una protesta sorta nelle stazioni ferroviarie. Come dichiarato da uno dei manifestanti mascherati, “è un simbolo di ciò per cui ha combattuto Anonymous, cioè per abbattere i governi malvagi”. Aggiungendo di non volere rivelare il suo nome, in quanto l’idea stessa espressa dalla maschera è quella di rimanere anonimi: “Anche tu puoi prendere una maschera e unirti alla protesta. Anche se so che i negozi l’hanno esaurita fino a venerdì”. Infatti, grazie ad Anonymous, la maschera è diventata una delle più popolari al mondo, facendo guadagnare a Time Warner 28 miliardi di dollari solo lo scorso anno.



  PAG. SUCC. >