BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL COMMISSARIO ZAGARIA/ Sarà è in pericolo. Il commissario la salverà? Anticipazioni ultima puntata

Pubblicazione:

Lino Banfi  Lino Banfi

Il commissario Zagaria, anticipazioni seconda e ultima puntata, 13 settembre 2011 – Il commissario Zagaria, la fiction Mediaset in prima tv ha regalato attimi di tensione ai telespettatori, stemperati dall’innata ironia del personaggio interpretato da Lino Banfi. I metodi investigativi basati sull’intuito del commissario saranno fondamentali per ritrovare Sara, oppure su riveleranno decisivi i metodi scientifici di Amato? Lo scopriremo nella seconda e ultima puntata, in onda martedì 13 settembre 2011, su Canale 5. In un paesino del Salento, dove la legge viene fatta rispettare grazie alla bonaria autorità del commissario Pasquale Zagaria, una serie di crimini sono ricollegabili a una cellula mafiosa calabrese che si sta diffondendo nel Salento grazie alla presenza del commendatore Antonio Matera: dietro all’immagine integerrima dell’uomo si nascondono loschi affari. A complicare la situazione l’arrivo, alla questura di Stefano Amato (Marco Cocci), un giovane e ambizioso poliziotto che basa tutto il suo lavoro sul metodo scientifico alla  “siesai”, espressione che per Zagaria è tipicamente napoletana. Tra i due poliziotti sono “scintille”. Una mattina nello stabilimento balneare di Pagano, amici di Zagaria, ma anche uomo di viene trovato cadavere “il Mitico”, delinquente del posto. Ma il delitto è riconducibile alla mafia. A rendere la situazione ancora più drammatica la scomparsa di Sara Pagano, la figlia dell’amico di Zagaria. Perché la ragazza è sparita? La sua assenza è riconducibile alla mafia? Iniziano ferratissime indagini dove la scienza di Amato si contrappone all’esperienza sul campo di Zagaria. Intanto diventano sempre più fitti i legami tra Matera e la mafia calabrese. Intanto Pagano continua a lavorare per il commendatore cercando di scoprire in realtà se dietro il sequestro della figlia Sara c’è il suo zampino. Indagando sulla scomparsa di Sara, Zagaria si imbatte nel professor Siri, che seguiva la tesi della studentessa. Che rapporto c’è tra Sara e il professore? Le indagini proseguono, Zagaria e Amato scoprono che pochi giorni prima di Sara è scomparsa un'altra ragazza, Veronica. Le due giovani si erano conosciute nella palestra del fidanzato di Veronica. Alcuni braccialetti ritrovati nella stanza di Veronica portano gli inquirenti a un locale, i cui proprietari hanno affari con la mafia. Intanto Amato si innamora di Nicoletta (Ana Caterina Morariu), facendo ingelosire la collega Lepore. Le ricerche della Procura portano ad individuare legami tra la ndrangheta e Matera: Zagaria e Amato procedono a "improbabili" intercettazioni ambientali a casa del Commendatore, è lui l'uomo della mafia del Salento, ma i due poliziotti non trovano prove o indizi per incastrarlo. Intanto di Sara e Veronica nessuna traccia. Stefano Amato sta per piazzare una cimice e scopre, con grande sorpresa, che Nicoletta è la figlia di Matera. Pagano affronta il Commendatore e gli dice che è disposto a tutto pur di ritrovare la figlia Sara, di cui non si sa più nulla. Il mare del Salnto restituisce il corpo di una giovane donna.



  PAG. SUCC. >