BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GEORGE CLOONEY/ E’ ufficiale la relazione con con Stacy Keibler

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

E’ ufficiale. L’ex velina, Elisabetta Canalis, convinta fino a pochi mesi da che sarebbe riuscita, prima o poi, nell’intendo di convolare a nozze, è stata definitivamente archiviata. George Clonney - la cui storia con la showgirl italiana è durata dal luglio 2009 fino al giugno 2011 – sta insieme ad un'altra. Si chiama Stacy Keibler è nata a Baltimora il 14 ottobre del ’79, ed è un modella statunitense, nota, soprattutto per esser stata una wrestler, oltre che manager della World Wrestling Entertainment . E’ da giorni che si avvicendano rumor e indiscrezioni sulla relazione tra i due. Ora, la prima apparizione. Come set i due hanno scelto il red carpet del  Festival internazionale del cinema di Toronto,dove i hanno sfilato insieme. Alcuni giorni fa il settimanale Hello aveva pubblicato alcune foto in cui i due apparivano in teneri atteggiamenti. Foto che, per inciso, pare fossero state autorizzate dai diretti interessati. Nel frattempo George, la cui presenza al Festival era finalizzata alla presentazione del suo ultimo film da attore e regista, Le idi di marzo, si è distinto per aver sbeffeggiato un giornalista. Questo gli aveva rivolto una domanda sulla sua vita privata, non troppo arguta, per la verità. Aveva, infatti, voluto sapere dal divo di Holliwood  se fosse più difficile dirigere un film o uscire con una donna sotto i riflettori. Lui, inizialmente sembrava intenzionato a rispondere, e ha detto: «Conosco qualcuno che lo farebbe». Poi, vendicandosi crudelmente, della domanda del giornalista, lo ha esposto al pubblico ludibrio, dicendogli: «Sono molto deluso da te». Come se non bastasse ha aggiunto: «Tutti si stanno un po’ vergognando per te in questo momento». E, per calcare la mano e far si che il povero cronista si sentisse realmente sprofondare dall’imbarazzo, ha chiesto il suo nome. Infine, impietoso, lo ha canzonato: «Ricordino tutti questo nome. Le interviste a muso duro di Paul Chi». Interpellato sul perché di tanta arroganza, ha replicato: «Sono cresciuto come figlio di un giornalista», e ha aggiunto: «mi piace vedere la gente porre domande stupide, mi diverto».



  PAG. SUCC. >