BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITALIALAND/ La nuova imitazione di Crozza: Angela Merkel (Video)

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

Maurizio Crozza torna con Italialand – Nuove attrazioni, su La7 dal 21 ottobre prossimo. Il suo on man show si arricchirà di molte esilaranti imitazioni, di cui alcune clip hanno già dato un assaggio. Vasco Rossi, anzitutto: l’artista genovese  irride la recente passione del rocker di Zocca, postare clippini su Youtube. Nella parodia, Crozza farnetica esasperando il modo di parlare di Vasco; e come Vasco, comunica coi suoi fans sparando a raffica pillole di saggezza da bar. «Cosa c’è dopo la morte? Chi lo sa… Vedi una luce… e scopri che è l’insegna di un tabaccaio».

Altra nuovissima imitazione, quella di Luca Cordero di Montezemolo. La sua imminente discesa in campo è divenuta, ormai, proverbiale. L’ex presidente Fiat e di Confindustria non vede l’ora di porsi a capo di una sorta di partito azienda sulla falsa riga di Forza Italia. Se quello degli azzurri era stato definito il partito della Fininvest, quello di Montezemolo sarebbe quello della Fiat. Il numero uno della Ferrari attendente scalpitando, fa proclami, e continua a discutere di sviluppo, rilancio dell’economia made in Italy e via dicendo. Va avanti così da anni. Ma, di partiti o di un coinvolgimento effettivo, non se ne vede ancora l’ombra. E’ proprio questo il particolare che Crozza ha colto nella sua parodia: il suo Montezemolo parla di sviluppo, riforme, uscita dalla crisi e riscossa. Nel momento in cui un cronista gli chiede: «quando?», però, va in crisi. Chiama «Emma!», cerca una sponda, ma, alla fine, sconsolato, riesce solo a replicare: «non ce l’ho il foglio del quando».

L’ultima imitazione è quella della cancelliera tedesca Angela Merkel. La cancelliera di Crozza parla ai microfoni del podio del Parlamento. E’ sconsolata e furibonda. Anche lei ha letto le intercettazioni del nostro presidente del Consiglio, specialmente quella che la riguarda. «Poteva dire che sono una donna non facile da corteggiare, e invece no. Poteva dirmi donna dai fianchi larghi e poco sensuale e invece no». Dice. «Berlusconi  mi ha detto “cu**na in******bile”». Infine, la minacciosa conclusione: «Non si lamentino se gli facciamo uno spread così». 



  PAG. SUCC. >