BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TRAGEDIA COSTA CONCORDIA/ Pomeriggio 5: Costa ha sospeso Schettino, si cercano i dispersi e si rischia la catastrofe ambientale

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

NAUFRAGIO COSTA CONCORDIA - A Pomeriggio 5 gli aggiornamenti sul naufragio della Costa Concordia. Al programma condotto da Barbara D'Urso è stato reso noto che la Costa Crociere ha sospeso il comandante Francesco Schettino, revocandogli la tutela. Sono ore drammatiche introno alla nave inabisstata dal lato dritto: si cercano i ventisei dispersi e c'è ancora speranza di poter trovare qualcuno vivo. ma oltre alle ore di angoscia per coloro di cui non si sa più nulla, esiste un altro rischio legato alla tragedia di venerdì 13 gennaio: la catastrofe ambientale se dovesse fuoriuscire carburante dai serbatoi del Concordia. In collegamento dall'Isola del Giglio c'è Alessandro Buconero, della Marina Militare. Intorno alla nave c'è stato un movimento perché è stato aperto un varco a 18 metri di profondità e si continua a cercare i dispersi. I varchi sono stati posizionati sul ponte 4, quello cioè da dove i passeggeri potevano accedere alle scialuppe. Buconero spera che si possano trovare ancora delle persone vive e dice che bisogna ancora continuare a sperare. Per quanto riguarda la ragazza moldava, si sa invece che era sulla nave come passeggera, ma non si sa ancora se avesse comprato o no il biglietto. La ragazza avrebbe detto che era stata chiamata per tradurre in più lingue il messaggio del capitano. La donna ha difeso il capitano Schettino e lo ha definito addirittura un eroe.

Benedetto Minuto, l'ufficiale superstite del naufragio, è ospite in studio e racconta a Barbara D’Urso di quando hanno iniziato a far salire i passeggeri sulle scialuppe. Telefonicamente interviene Angelo Fabbri, passeggero superstite del naufragio, che dice di aver visto il comandante Schettino a cena insieme ad una ragazza bionda e ad un altro uomo in divisa . Il capitano avrebbe dichiarato che la roccia non era segnalata sulle carte. Questo contatto non era dunque affatto prevedibile. Egli ha detto anche di aver abbandonato la nave per ultimo, ma non era così. Stasera parla proprio Davide Loreti, che questa intervista l'ha realizzata. Egli racconta di come quel giorno si sono avvicinati al relitto della nave e di come la troupe iniziò a cercare la testimonianza dei soccorritori. A un certo punto il proprietario dell'albergo ha salutato una persona chiamandolo Comandante e così hanno pensato che potesse essere Schettino e lo hanno avvicinato. Per parlare con lui Davide Loreti ha fatto presa sul suo orgoglio di uomo, dicendogli che con quella manovra aveva salvato tantissime persone. Il comandante così si è subito rilassato ed è stato molto disponibile e parlava come se stesse raccontando una verità, che però era solo la sua verità, in base a quanto emerso successivamente. Dopo l'intervista egli ha chiesto anche di rivedere il video ed ascoltare l'audio. Poi però è arrivata una signora che l'ha portato via. Loreti dice che il Capitano sembrava essere in una sorta di trance e questo era dovuto a fatto che lui la sua nave l'aveva vista affondare non da sopra ma da fuori, da terra.



  PAG. SUCC. >