BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAUFRAGIO COSTA CONCORDIA/ Pomeriggio 5: i superstiti chiederanno risarcimento. Nuovi documenti della tragedia

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

NAUFRAGIO COSTA CONCORDIA – A Pomeriggio Cinque ancora nuovi aggiornamenti sulla tragedia del Costa Concordia. Secnodo quanto riferito a Pomeriggio 5, le ricerche dei dispersi sarebbero ricominciate per le condizioni favorevoli del mare. La nave tuttavia si sta  inabissando e resta il rischio per i soccorritori.  Focus sul “giallo”della ragazza moldava che era a cena con il comandante Schettino la sera della tragedia. Michele Brambilla, giornalista della Stampa, si è imbarcato ieri sulla nave gemella della Concordia ed ha realizzato un reportage. Appello di Lucia Calamai, la cui mamma era a bordo della nave naufragata e che è stata la prima a dare l'allarme. Lucia dice che all'inizio pensava che si trattasse di uno scherzo. Quando si è però resa conto che stava accadendo qualcosa di grave la donna ha provveduto subito ad avvertire i Carabinieri, che ancora non sapevano nulla, per chiedere loro aiuto. Poi la donna ha chiamato anche la Guardia Costiera di Livorno, ancora all’oscuro dei fatti. Dalla nave però continuavano a rispondere che non si era verificato alcun problema e che c'era stato in realtà soltanto un black out elettrico. All'Isola del Giglio c'è l'inviata Stefania Zane che parla con l'ammiraglio Ilarione dell'Anna, il coordinatore di Gregorio de Falco. Egli spiega che per il momento le condizioni meteo stanno favorendo le attività di ricerca, ma non ci si può certo illudere che il mare resti così ancora per molto tempo. Intanto sono ancora 17 le persone che non rispondono all'appello e se le condizioni della nave lo consentiranno, le attività continueranno incessantemente finché si potrà. L'ammiraglio dice che Nel frattempo iniziano a diffondersi alcuni video della notte del 13 gennaio:  era stato detto ai passeggeri di tornare in cabina perché tutto sarebbe stato sotto controllo e si sarebbe trattato soltanto di un guasto elettrico. Qualcuno ha detto addirittura di aver visto l'uomo che risulta disperso con la sua bambina di cinque anni, Dayana, venire accompagnato verso la sua cabina da alcuni membri dell'equipaggio. Al telefono di Pomeriggio 5 c'è i Angelo, amico di Giuseppe Girolamo, il batterista di bordo scomparso. Angelo spiega che avrebbero riconosciuto Giuseppe in alcuni video. Barbara fa dunque un appello ai telespettatori. Se si trattasse davvero di Giuseppe, forse potrebbe essere da qualche parte in stato confusionale, ma comunque vivo. Continua alla pagina seguente.



  PAG. SUCC. >