BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TAMARA ECCLESTONE/ I retroscena della “cacciata” dal Festival di Sanremo 2012

Pubblicazione:

Tamara Ecclestone  Tamara Ecclestone

Festival di Sanremo 2012, la “cacciata” di Tamara Ecclestone – Pochi giorni fa era circolata la notizia che Tamara Ecclestone non avrebbe presentato il Festival di Sanremo 2012 accanto a Gianni Morandi. Causa del mancato ingaggio, i troppi “capricci” della modella e conduttrice, figlia di Bernie, patron della Formula 1 britannica. Ma Tamara “non ci sta” e sfoga, sulle colonne di Vanity Fair, la sua rabbia, la sua delusione per ciò che è accaduto (la kermesse Sanremese è una grande vetrina internazionale di assoluta visibilità dal punto di vista televisivo) e spiega cos’è realmente accaduto nel backstage della kermesse canora per eccellenza. «La verità è che noi avevamo già confermato tutto e firmato i contratti. Ero pronta a partire per il primo servizio fotografico quando la mia manager, il venerdì, ha ricevuto un’email in cui si richiedeva improvvisamente la mia presenza per altri dieci giorni. Giorni non contemplati nel contratto e che io non avevo previsto: mi era impossibile organizzarmi con un preavviso così breve. A differenza di quello che molti credono, ho anch’io i miei impegni di lavoro, e un’agenda piuttosto fitta». La modella semtisce che possano averla mandata via dal Festival per i troppi capricci. « Le uniche cose che avevo chiesto, dato che non vivo in Italia – spiega Tamara Ecclestone al prestigioso magazine - erano un volo per me e la mia manager, e una camera d’albergo. Qualcuno aveva forse pensato che l’albergo richiesto fosse a Montecerlo e  che quindi questo comportasse un’ulteriore spesa per il trasferimento dal Principato alla riviera Ligure, ma anche su questo la Ecclestone smentisce.. «No, sarei stata volentieri a Sanremo.
La modella e conduttrice  non esista a esternare la sua amarezza per quanto accaduto: «La cosa che più mi rattrista è essere definita capricciosa e poco professionale. Non è così. Ma auguro comunque a quest’edizione un grande successo». Che impressione le aveva fatto Morandi? «Ottima: sembra molto più giovane della sua età. Anche se insisteva a parlarmi in italiano, e questo mi rendeva nervosa». Continua alla pagina seguente.



  PAG. SUCC. >