BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

WILD OLTRENATURA/ Anticipazioni quarta puntata: nuova mission impossible di Fiammetta Cicogna e Cade Courtley con gli squali. Stasera

Pubblicazione:

La conduttrice di Wild Oltrenatura  La conduttrice di Wild Oltrenatura

WILD OLTRENATURA anticipazioni – Questa sera va in onda in prima serata su Italia Uno la quarta puntata della nuova edizione di Wild-Oltrenatura, condotto da Fiammetta Cicogna. La conduttrice dovrà affrontare una nuova "mission impossible", che in questa puntata la vede alle prese con i temibili ambienti di un lago ghiacciato: insieme alla sua guida di fiducia, il trekker professionista Roberto Bruzzone, la Cicogna dovrà superare torrenti, affrontare cascate e oltrepassare scricchiolanti e pericolosissime lastre di ghiaccio. Il fame e la sete non aiuteranno di certo l’impresa, in cui la conduttrice imparerà a costruirsi un giaciglio nella neve e a arrangiare un attrezzo utile alla pesca fatto di piume e spille da balia, con cui dovrà obbligatoriamente procacciarsi del pesce da mangiare completamente crudo. Dopo le avventure della Cicogna, il programma continua con la serie Surviving Disaster, che vede protagonista il temerario ex marine Cade Courtley, che nella puntata di questa sera ci insegnerà a sopravvivere in pieno oceano infestato da affamati pescecani. Ecco poi arrivare il solito Bear Grylls che, con le sue avventure ai limiti della sopravvivenza, si ritroverà catapultato nella foresta pluviale della Costa Rica. Ma le emozioni continuano anche con Steve Backshall che, in Argentina, viene morso da un caimano. La stessa Fiammetta Cicogna, intervistata da ilsussidiario.net, ci ha spiegato che «Steve Backshall è un esploratore che ha la passione per questi animali letali, proprio questa passione lo spinge ad andare in giro per il mondo a cercarli, a scovarli. Bear Grylls è un ex soldato irlandese delle forze speciali inglesi, abituato già a compiere missioni estreme, quel tipo di avventure che si raccontano anche in Wild. Quello che accade è  tutto autentico, non c’è niente di finto in quello che si vede in tv. Ed è quindi normale che facciano una preparazione specifica per le loro missioni». Per quanto riguarda invece i documentari Dino, è la volta degli antenati degli uccelli, i dinosauri alati, e ancora le immagini spettacolari e spaventose di un pescatore trascinato in fondo al mare da uno squalo verdesca, l’invasione di coyote in molte città americane, inondazioni e un catastrofico incidente al bull riding di una corsa di cavalli.



  PAG. SUCC. >