BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISTRETTO DI POLIZIA 11/ Tra Corallo e Leo Mara Fermi sceglie… Riassunto puntata 8 gennaio 2012

Pubblicazione:

Andrea Renzi è Leonardo Brandi in Distretto di polizia 11  Andrea Renzi è Leonardo Brandi in Distretto di polizia 11

Distretto di polizia 11. Tra Corallo e Leo Mara Fermi sceglie… Riassunto puntata 8 gennaio 2012 - Stasera alle ore 21.30 sono andati in onda altri due episodi della fiction poliziesca di Canale 5 " Distretto di polizia 11 ". La scorsa settimana i poliziotti del Tuscolano si sono concentrati nel bosco perché erano vicini alla cattura del famoso latitante Antonio Corallo. Nel episodio intitolato "Pregiudizi e brave persone" Corallo ha preso in ostaggio un cacciatore e in seguito i suoi familiari per cercare di scappare e non essere preso dalla polizia e con un' abile organizzazione gli riesce. In commissariato Anita ed Otello studiano un caso di furto avvenuto in casa di due coniugi anziani,ci Milani; da loro ha lavorato una ragazza Camilla Radescu una ragazza rumena e suo fratello Adrian che in passato aveva compiuto alcuni furti e per questo motivo è da subito sospettato di essere colpevole.
Corallo in un secondo momento per depistare gli inquirenti fugge con Matteo e la moglie di Gualtieri con il pick up di marca Mazda del signore Gualtieri; nel frattempo l'ispettore Rostagno, Anita Cherubini e Otello Gagliardi si recano al cantiere dove lavora Adrian per avere spiegazioni sulle impronte digitali in casa Milani. Al maneggio dove lavora Valentina si recano Simone, il figlio del commissario Brandi insieme alla sua fidanzatina, e Mara. Corallo con una scusa riesce a trovare un passaggio per se e i suoi ostaggi grazie ad un passante, il signore Badaloni.
Il commissario a fine serata torna a casa dove cena in compagnia di suo figlio mentre la ex moglie è uscita con il suo nuovo compagno. Otello e Anita continuano a tenere sotto controllo il rumeno Andrian coinvolto nella rapina a casa dei coniugi Milani e seguendolo trovano un deposito di merce rubata di alta tecnologia tra cui televisori e pc. Tornano al commissariato per ascoltare tutte le persone derubate e cercare delle connessioni tra loro; intanto Corallo chiude il proprietario dell' auto nel bagagliaio, minaccia con dei bossoli di pistola la moglie del Gualtieri e il piccolo Matteo e si imbarca per Patrasso con l' auto. Nel commissariato ci sono molte coincidenze tra i furti e le modalità con sui sono stati effettuati, ovvero tutti gli appartamenti in cui sono stati svolti i furti sono stati venduti da una agenzia detta Casaedil. L' ispettore Esposito ha regalato a Barbara un braccialetto per ribadire il suo amore per la donna; Adrian è stato picchiato e viene ricoverato in ospedale ma decide di non parlare dei suoi complici. Il proprietario di Casaedil è Paolo Storari, direttore di un istituto per anziani; l' ispettore Rostagno si reca presso l' ufficio del Storari e infatti la sera stessa i ladri si dirigono in casa della ispettrice e vengono arrestati alcuni uomini tra cui Adrian ma in realtà ha fatto la spia ottenendo un permesso di soggiorno. In commissariato arrivano la famiglia Gualtieri che raccontano il depistaggio compiuto da Corallo che è partito da Ancona invece come aveva raccontato in primo momento da Civitavecchia. Il commissario Brandi chiama l' Interpool greca per scovare Corallo sul traghetto in arrivo da Ancona; Badaloni l' uomo dell' auto è vivo ancora nel bagagliaio mentre Corallo è fuggito o forse non è mai partito visto che di lui non c'è traccia sulla nave.



  PAG. SUCC. >