BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERVIZIO PUBBLICO/ Brunetta contro tutti: Santoro, perché è così ignorante? (video). 22 novembre 2012

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Servizio Pubblico, puntata del 22 novembre 2012 (video La7) - Tanti gli argomenti trattati nella nuova puntata di Servizio Pubblico andata in onda ieri, giovedì 22 novembre: Michele Santoro, insieme agli ospiti presenti in studio, ha discusso delle ormai imminenti primarie del centrosinistra, in programma questa domenica, della situazione economica delle famiglie italiane, dei tagli al welfare che il governo continua a perseguire come linea guida della propria azione e di quello che potrebbe essere il prossimo governo all’indomani delle elezioni politiche del 2013. Per discutere di tutto ciò sono presenti in studio il leader di Sel Nichi Vendola, l’esponente del Pdl Renato Brunetta, lo scrittore Edoardo Nesi, il vicedirettore de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio e la giornalista Luisella Costamagna. Ovviamente, visto che mancano meno di tre giorni alle primarie del centrosinistra, il tema principale e maggiormente sviluppato a più riprese è quello dei possibili sviluppi politici che potrebbe avere la vittoria di un candidato rispetto a un altro. Emerge quindi che con una vittoria Bersani il Partito Democratico porterebbe quasi certamente avanti una coalizione con Sel, cercando anche di tirare dentro l’Unione di Centro di Pierferdinando Casini. Brunetta, invece, sottolinea che l’Italia molto probabilmente entrerebbe in una fase di grande ingovernabilità che presumibilmente sarà ulteriormente acuita con un eventuale appoggio dell’Udc. Qualora invece dovesse vincere Matteo Renzi, chiaramente lo scenario sarebbe completamente differente e appare probabilmente impossibile un apparentamento tra il Pd e Sel. Insomma, un’analisi più chiara potrà essere fatta all’indomani dei risultati delle Primarie, in cui i vari sondaggi evidenziano un vantaggio di Bersani su Renzi di circa 10 punti percentuali, anche se il risultato più plausibile è quello di ballottaggio. Dalla discussione appare altrettanto chiaro che sia Vendola che Brunetta sono piuttosto critici rispetto all’operato dell’esecutivo presieduto da Mario Monti dopo poco più di un anno dal suo insediamento. Entrambi concordano sul fatto che si sia raggiunto un livello di tassazione troppo elevato, praticamente insostenibile per lunghi periodi e che soprattutto non sta portando ai risultati sperati ma soltanto ad una maggiore recessione. Nel corso della puntata vengono poi presentate diverse storie di famiglie italiane, come quelle del comune di Vigevano, dove tantissimi bambini non possono mangiare alle mense scolastiche perché i loro genitori non hanno soldi a sufficienza per pagare le rette. Tra l’altro anche il sindaco fa sapere di non poter fare nulla per venire incontro a questa necessità in quanto con i tagli che il governo sta apportando al Welfare non è possibile trovare i fondi necessari per offrire un servizio gratuito in nessun modo. Si parla poi di evasione fiscale e dello strumento che in questi giorni l’Agenzia delle Entrate ha attivato per permettere ai cittadini di capire se vi è coerenza tra le loro spese fatte e il reddito dichiarato: si tratta infatti del cosiddetto Redditest. Comunque, secondo i dati presentati durante la trasmissione, nei primi 9 mesi del 2012 la lotta all’evasione fiscale ha consentito di recuperare circa 8 miliardi di euro che risulta essere ancora troppo poco rispetto ai 180 miliardi di euro stimati che ogni anno vengono sottratti dalle casse dello Stato da parte dell’evasione. Nel finale di puntata c’è poi anche tempo per una accesa lite tra Brunetta e Santoro: prima l’ex ministro se la prende con Luisella Costamagna e poi anche con il presentatore. “Quanto guadagna lei, Santoro, da un’azienda in perdita come La 7?”, ha chiesto Brunetta. “Io non sono un dipendente de La 7, il nostro programma non è in perdita per niente – ha quindi replicato Santoro - Lei è l’unico che non lo sa in Italia… Io sono una società indipendente, ma ci rendiamo conto di quello che sta dicendo? Quando pubblicherò i bilanci sulla rete come l’anno scorso vedrà”. Brunetta ha però continuato, chiedendo a gran voce dettagli sullo stipendio del giornalista. Nella pagina successiva il video del battibecco tra i due.



  PAG. SUCC. >