BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHI L’HA VISTO?/ Anticipazioni: Lucia Manca, arrestato il marito Renzo Dekleva. La scomparsa di Roberta Ragusa

Pubblicazione:

Federica Sciarelli  Federica Sciarelli

CHI L’HA VISTO? – Federica Sciarelli torna questa sera a condurre la nuova puntata di Chi l’ha visto? su Rai Tre in prima serata. Focus sul delitto di Lucia Manca perchè proprio oggi è stato arrestato il marito della vittima, Renzo Dekleva. Si comincerà a parlare di Roberta Ragusa, la quarantaquattrenne di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa, misteriosamente scomparsa il 14 gennaio scorso, e sembra che dalla sua abitazione manchi un paio di scarpe da ginnastica bianche. Si tornerà poi ad approfindire il caso di Lucia Manca, la bancaria veneziana di 52 anni,  scomparsa lo scorso 7 luglio 2011 a Marcon, e il cui scheletro è stato poi ritrovato a ottobre sotto un ponte del vicentino. Dopo una lunga serie di indagini e accertamenti, è stato infine arrestato il marito della donna, Renzo Dekleva, e sembra che i due coniugi stessero vivendo un momento di profonda crisi, legato anche alla presenza di un’altra donna che, proprio a Chi l’ha visto? ha fatto importanti rivelazioni. Infine il programma condotto da Federica Sciarelli tornerà ad affrontare la vicenda che ha riguardato la manifestazione organizzata il 21 gennaio scorso da Pietro Orlandi davanti alla Basilica di S. Apollinare, la stessa dove è sepolto Enrico De Pedis. Durante la manifestazione, “Verità e giustizia per Emanuela Orlandi”, un agente della Gendarmeria Vaticana era stato visto fotografare in borghese i partecipanti con una macchina fotografica dotata di un potente obiettivo, e adesso ci si chiede quali fossero i motivi di un tale interessamento. A riguardo, dopo questa vicenda, direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Padre Federico Lombardi, ha inviato a Chi l’ha visto? un comunicato, pubblicato sul sito Internet del programma di Rai Tre, in cui spiega che «la manifestazione in Piazza Sant’Apollinare era pubblica e la popolazione era stata pubblicamente invitata a partecipare. Non aveva dunque alcun carattere riservato, e immagini e manifesti erano esposti intenzionalmente in pubblico. Era anche chiaro che in tale manifestazione si sarebbero fatti riferimenti al Vaticano. Poche settimane prima vi era anche stata una presenza organizzata in Piazza San Pietro.



  PAG. SUCC. >