BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATRIX/ Anticipazioni: Mario Monti ospite di Alessio Vinci, stasera

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

MATRIX, ANTICIPAZIONI: OSPITE MARIO MONTI – Dopo aver partecipato a Porta a Porta lo scorso dicembre, a Che tempo che fa da Fabio Fazio e dopo esser stato ospite di Lilli Gruber su La7, il presidente del Consiglio Mario Monti arriva questa sera per la prima volta negli studi Mediaset, in particolare in quello di Alessio Vinci, che conduce una nuova speciale puntata di Matrix in seconda serata su Canale 5. Sono naturalmente tanti i temi da affrontare insieme al premier Monti, a cominciare dai vari provvedimenti previsti dalla recente manovra varata dal governo. Si partirà dalle liberalizzazioni, che recentemente hanno creato numerose proteste in tutta Italia e da parte di ogni settore che hanno praticamente paralizzato buona parte della Penisola. Ci sarà spazio poi per tanti altri temi, con uno sguardo agli scenari futuri e agli aspetti positivi e meno del nuovo anno che ci attende. Insieme al presidente del Consiglio saranno presenti in studio anche Enrico Letta, vicesegretario del Pd, Maurizio Lupi, vicepresidente della camera dei deputati del Pdl, e Roberto Castelli, senatore della Lega Nord. E’ quindi previsto un confronto politico acceso e interessante che probabilmente terrà incollati al televisore milioni di italiani di ogni età che vogliono sapere a cosa vanno incontro. La presenza del premier a Matrix ha creato però non poche polemiche, partite innanzitutto da Antonio Leone del Pdl, vicepresidente della Camera, che si chiede: «Il potere si può misurare dalla frequenza delle apparizioni televisive? In un certo senso sì, considerando le passerelle che con scientifica programmazione il presidente Monti percorre da un programma tv all'altro, senza perdersene uno. Domani tocca a Matrix. L'avesse fatto Berlusconi, si sarebbe gridato quanto meno al golpe e all'attentato alla libertà di stampa». Leone spiega anche che intende sottolineare questi aspetti «perché il premier, con sospetto candore, qualche giorno fa si è dichiarato sotto choc per essere stato individuato come uomo di potere da una giornalista parlamentare, aggiungendo di non capire affatto quell'espressione.



  PAG. SUCC. >