BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SFOOTING/ "Le stalle di Sanremo 2012": concorso di voci bianche come il latte

Pubblicazione:

Foto: Infophoto  Foto: Infophoto

Stasera comincia il Festival di Sanremo. Del Festival si sa già tutto: dal vincitore alle polemiche del dopofestival, dalle grandi star internazionali ai vestiti (vestiti? meglio dire centimetri quadrati di stoffa colorata) che indosseranno le vallette. E poi le Nuove (nuove?) Proposte, una sorta di girone dantesco dei dilettanti, dove vecchi marpioni della musica di nicchia contendono la sopravvivenza musicale a giovani sconosciuti al grande pubblico, e pure ai discografici.

Noi, per fortuna, abbiamo avuto la fortuna di assistere alle performance dei partecipanti a un concorso-sottoclou, denominato “Le stalle di Sanremo”, voluto fortemente da Gianni Morandi in persona per festeggiare, in forma autocelebrativa e con un anno d’anticipo, i 50 anni del suo grande successo “Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte”.

Questo concorso, sponsorizzato da Granarolo, Centrale del latte di Milano e Porca & Vacca (azienda di salumi e latticini), vuole premiare le nuove voci bianche, cioè i cantanti che mettono a tema il latte e i suoi derivati. Noi abbiamo fatto parte della Giuria Impopolare (si chiama così perché, dopo ogni votazione, si devono subire insulti, fischi e lanci di uova e ortaggi da parte di parenti, amici e conoscenti dei cantanti in lizza). Perché allora avete accettato l’ingrato compito? vi e ci domanderete. Semplice: perché il cachet era esattamente il doppio di quello previsto per la presenza al festival di Adriano Celentano (con qualche zero in meno, naturalmente…) e anche noi, come il Molleggiato, abbiamo deciso di devolvere il nostro cospicuo compenso in beneficenza: lui ad Emergency, noi all’Abi (Associazione Bancaria Italiana), visto che la vera emergency dell’Italia è la crisi in cui versano gli istituti di credito del nostro Paese. Comunque, alla fine, dopo aver messo ripetutamente a repentaglio la nostra incolumità di giudici, abbiamo fatto la nostra parte per scegliere i finalisti di ogni categoria.
Categoria: Proposte Complesse. A questa categoria, ovviamente, hanno partecipato i gruppi musicali, cioè i complessi. Hanno vinto gli Edipici, che sono arrivati sul palco accompagnati dalle loro mamme, con il pezzo “Non farti” (ovvero “Non farti mandare dalla mamma, ma cerca sempre di andare con lei a prendere il latte e non solo quello)”. Un pezzo molto materno e rassicurante con cui hanno sbaragliato la concorrenza, a partire dai più timorosi, almeno sul palco, e impacciati componenti de Il Complesso di Colpa, che hanno cantato “E se la mamma” (segnatamente “E se la mamma non mi avesse mandato a prendere il latte bensì lo yogurt?”).



  PAG. SUCC. >