BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEDITERRANEO/ Il film di Salvatores che chiude la “trilogia della fuga” sfida Sanremo 2012. 17 febbraio, Canale 5

Pubblicazione:

Il cast di Mediterraneo  Il cast di Mediterraneo

Anticipazioni e trama di Mediterraneo, 17 febbraio su Canale 5, che si scontra con Sanremo 2012 – Va in onda questa sera su Canale 5 il film del 1991 diretto da Gabriele Salvatores, “Mediterraneo”, con Diego Abatantuono, Claudio Bisio, Claudio Bigagli e Giuseppe Cederna. La pellicola, vincitrice di un Oscar nel 1992 come Miglior film straniero, chiude la cosiddetta “trilogia della fuga”, composta dagli altri due film, firmati sempre da Salvatores, “Marrakech Express” e “Turné”, rispettivamente del 1989 e del 1991. Tre film che raccontano appunto il tema della fuga, del viaggio e della riscoperta di sé stessi, tanto che lo stesso regista, all’inizio di questa ultima fatica, spiega: «Dedicato a tutti quelli che stanno scappando». “Mediterraneo” si svolge nel giugno del 1941, e parla di otto militari italiani che arrivano su una piccola isola dell’Egeo per stabilire un presidio italiano. Dopo una prima ricognizione, l’isola appare disabitata e abbandonata, così il gruppo di militari non propriamente addestrato, cominciano a dedicarsi ad attività totalmente estranee alla guerra. Poco dopo il loro arrivo, la popolazione locale, composta solamente da donne, anziani e bambini, riappare improvvisamente dopo aver capito che i militari italiani non costituiscono un pericolo come i soldati tedeschi e il gruppo di italiani si vedrà coinvolto nella vita dell’isola e delle persone che la abitano. Sull’isola c’è anche Vassilissa, la prostituta del luogo, di cui l’attendente Farina, soldato impacciato e timido, si innamora perdutamente, decidendo allora di volerla come fidanzata ufficiale e andando a scontrarsi con gli altri membri del gruppo.  Dopo qualche tempo, mentre la vita scorre tranquilla, sull’isola arriva un piccolo aereo che ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza. A bordo c’è un italiano che comunica sorpreso che è avvenuto l’armistizio con gli anglo-americani, così adesso per i soldati il vero problema è quello del rientro in patria. Tutti, anche se a malincuore, lasciano l’isola tranne Farina, che nel frattempo si è sposato con l’ex prostituta Vassilissa. Farina quindi diserta, facendosi nascondere in un barile di olive da Lorusso che poi, per coprirlo, dirà agli altri di non averlo trovato.



  PAG. SUCC. >