BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MENU' DI BENEDETTA/ Le ricette di Carnevale 2011: le frittelle veneziane e il risotto con l’Amarone. Preparazione e video

Pubblicazione:

Benedetta Parodi  Benedetta Parodi

Menù di Benedetta. Le ricette di Carnevale 2011: le frittelle veneziane, il risotto con l’Amarone - Un nuovo menù di Benedetta per Carnevale quello proposto oggi da Benedetta Parodi, che si cala in uno dei Carnevali più belli del mondo, quello di Venezia, per proporne le ricette tradizionali, gli usi e costumi. Dunque, al centro del Menù di Benedetta le principali specialità lagunari,  a partire dall’antipasto di carpaccio, il risotto all'Amarone,  ancora le frittelle veneziane, il fegato alla veneziana e, in conclusione, lo zuccotto alla mousse.
Prima ricetta è il carpaccio all'"Harry's bar", dove questo tipo di piatto è stato portato in auge. Dopo aver disposto la carne cruda su un piatto da portata, la si cosparge di sale e la si lascia per qualche minuto nel frigorifero. Nel frattempo si prepara un salsina a base di maionese, salsa worcester, limone e latte, per diluire il composto amalgamato. In conclusione si estrae il carpaccio dal freezer e lo si cosparge della gustosa salsa.
Arriva poi in studio Katia Follesa, ospite di oggi, che porta a Benedetta un piccolo omaggio: zucchero colorato da mettere nel tè.
Con la comica di Zelig, prepara il risotto con l'Amarone, un classico del carnevale. La Follesa ha ricordato al pubblico da casa di essere figlia di uno chef e di aver seguito un corso di cucina, il tutto con la sua proverbiale comicità.
Inizialmente si deve mettere a soffriggere la cipolla insieme ad una noce di burro, finché non si imbiondisce, e poi si mette a tostare il riso. Dopo qualche minuto si aggiungono tre mestoli di brodo, e si comincia a mescolare, facendo attenzione a non far attaccare il riso.
Durante la cottura la Follesa si complimenta con la Parodi per la sua cucina semplice ed immediata, e successivamente colora il risotto con l'Amarone, diluendolo poi ancora un po' con il brodo di cottura. Per rendere più saporito il tutto, viene aggiunto poi l'alloro.
A fine cottura si aggiunge un pizzico di sale e abbondante parmigiano.
Dopo averlo assaggiato, Katia loda simpaticamente le sue doti di cuoca e si impegna anche nel presentare il piatto, sullo stile della Parodi stessa.
Prima di salutarla la Parodi regala alla comica una copia del suo nuovo libro autografato.
La preparazione della tavola, per il carnevale, prevede l'utilizzo di piatti e stoviglie in vetro, con bordi ricamati. Colore più importante dell'arredamento è l'oro, e la tovaglia, di assoluto pregio, è resa più simpatica e sbarazzina da alcune mascherine colorate, impreziosite e rese ancor più luminescenti da numerosi glitter.
Dessert del giorno sono le 'fritole' veneziane: in una terrina si amalgamano bene farina, due uova e due pizzichi di sale. Al composto si aggiunge poi del lievito di birra, un goccio di rhum e uva passa. Per mescolare al meglio il composto, si aggiunge un goccio di latte. Quando l'olio in pentola è ben caldo, si immergono delle piccole palline, e si lasciano cuocere, fino a che non raggiungono un colorito dorato. Per migliorare la presentazione, guarnire con dello zucchero a velo.



  PAG. SUCC. >