BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PORTA A PORTA/ Anticipazioni stasera: Bersani da Vespa commenta Riforma del Lavoro e scenario politico. 21 marzo 2012 Rai Uno

Pubblicazione:

Bersani e Monti (Infophoto)  Bersani e Monti (Infophoto)

Porta a Porta. Anticipazioni stasera: Bersani da Vespa commenta Riforma del Lavoro e scenario politico. 21 marzo 2012 21.10 Rai Uno - Il prime time di Rai Uno è dedicato alla Riforma del lavoro, principale tema sul tavolo del Governo, che verrà affrontato in una puntata speciale in prima serata di Porta a Porta, che vedrà ospite Pierluigi Bersani. E il leader del Pd, proprio in queste ore, alle domande dei giornalisti che chiedevano un suo commento sulla Riforma del Governo Monti, ha rimandato a stasera, a Porta a Porta, ogni risposta.
Il tema caldo di oggi riguarda l’articolo 18, su cui il governo ha fatto sapere di aver chiuso ogni trattativa. La decisione ha scatenato immediatamente la reazione dei sindacati, con un moto di protesta che si alza contemporaneamente dalla Cgil e soprattutto della Fiom - Landini in testa - ma anche dell'Italia dei Valori e dei partitini alla sinistra del Pd. Anche dalla Uil arriva un messaggio non positivo: "Giudizio sospeso".
Il Presidente Napolitano stesso si è pronunciato oggi pomeriggio sulla riforma: “L’articolo 18 è una parte della questione, ma non è tutto. Domani ci sarà un incontro per meglio definire la riforma e quindi è bene attendere il risultato”. E tra le notizie di queste ore che saranno sicuramente al centro della discussione nel salotto di Bruno Vespa, la decisione di rendere valide le nuove norme sui licenziamenti senza giusta causa e senza giustificato motivo anche per i lavoratori pubblici poiché anche a loro si applica lo Statuto dei lavoratori.
La decisione del governo Monti di chiudere le trattative con le parti sociali ha portato immediatamente alcune sigle sindacali a lanciare un pacchetto di 16 ore di sciopero, di cui 8 per uno sciopero generale con manifestazioni territoriali e 8 per assemblee. Questa la proposta che la segreteria della Cgil ha avanzato al direttivo del sindacato, riunito proprio in queste ore. Scioperi decisi contro le modifiche dell’articolo 18 e anche altre novità contenute nella riforma del mercato del lavoro.
Pierluigi Bersani non si è mostrato molto propenso in queste ore a commentare la chiusura delle trattative fra governo e parti sociali sulle norme che regolano i licenziamenti. Dopo aver parlato al «Marche day», la protesta degli amministratori marchigiani in corso davanti alla Camera, è stato fermato dai giornalisti per un commento sulla riforma dell'articolo 18. 



  PAG. SUCC. >