BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

YURI D’ANGELO/ A Pomeriggio 5 la storia dell’uomo scappato con il figlio di due anni e mezzo

Pubblicazione:

Barbara D'Urso  Barbara D'Urso

Pomeriggio 5: la storia di Yuri, fuggito con il figlio di due anni e mezzo - La puntata di Pomeriggio 5 si è occupata di un caso di cronaca attuale. Un ragazzo, Yuri D'Angelo, è scomparso da circa 15 giorni insieme al suo bambino di due anni e mezzo. La mamma, Evangelista, che vive in Grecia, è stata ospite nel salotto di Barbara D'Urso e ha raccontato la sua storia. Si esclude l'ipotesi del rapimento, mentre è più accreditata quella di una fuga per nascondere il piccolo dalla madre. 15 giorni prima il tribunale di Ancona aveva infatti deciso che il bambino doveva essere affidato alla mamma e andare a vivere in Grecia. Dalle interviste dei conoscenti Yuri risulta essere un padre amorevole, presente e attento. Evangelista, la madre del bambino, è stata in studio insieme al suo avvocato e ha raccontato la sua storia con Yuri, conosciuto a Corfù di cui è rimasta incinta dopo soli 3 mesi. Durante il periodo della gravidanza si è trasferita a Valle Castellana ma le cose nella coppia non andavano bene. Dopo la nascita del bambino sono andati tutti e tre a vivere a Corfù. Circa un anno e mezzo fa sono ritornati in Italia per 2 settimane, e successivamente lei è costretta a rientrare in Grecia per problemi di salute del padre. Yuri ha promesso di riportare il bambino a Corfù ma ciò non è avvenuto. Il decreto del tribunale ha quindi disposto che il bambino doveva essere portato a Corfù per essere affidato alla propria mamma. Sembra infatti essere questo il motivo che ha portato Yuri a scappare, per non dover rinunciare a suo figlio. In diretta da Ascoli anche la zia di Yuri, Santina Mucci, che dà una versione diversa dei fatti. Santina accusa infatti Evangelista di essere una bugiarda e di non essersi interessata a suo figlio in tutto questo tempo. 

Si cambia argomento, e si parla della tragedia della Costa Concordia: sono stati infatti ritrovati altri 5 corpi. Il servizio mostra che erano a pochi metri dagli scogli e spiega come oramai il potenziale rischio ambientale non esiste più e che tutte le energie devono essere concentrate su come rimuovere la nave nei prossimi 9-12 mesi. 



  PAG. SUCC. >