BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EMILIO FEDE/ Licenziato da Mediaset dopo 23 anni. Al suo posto Giovanni Toti

Pubblicazione:

Emilio Fede  Emilio Fede

Dopo 23 anni, Mediaset licenzia Emilio Fede. Al suo posto, alla direzione del Tg4, arriverà Giovanni Toti, direttore responsabile di Studio Aperto. A comunicarlo, una nota diffusa proprio dall’azienda del Biscione: «In una logica di rinnovamento editoriale della testata, cambia la direzione del Tg4», ha spiegato Mediaset. «Dopo una trattativa per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro non approdata a buon fine, Emilio Fede lascia l'azienda. Mediaset lo ringrazia per il lavoro svolto in tanti anni di collaborazione e per il contributo assicurato alla nascita dell'informazione del Gruppo. Giovanni Toti, direttore responsabile di Studio Aperto, è il nuovo direttore designato del Tg4». Emilio Fede però non ci sta e, in una intervista rilasciata al Corriere della Sera, parla di uno «sporco complotto», anche all’interno dell’azienda. L’addio di Fede arriva dopo la vicenda di qualche giorno fa, che lo ha visto coinvolto in un tentato versamento di due milioni e mezzo di euro in contanti presso una banca di Lugano, respinto dall’istituto elvetico per la sospetta provenienza del denaro. Adesso sono in corso delle verifiche da parte della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Entrate, e l’ormai ex direttore del Tg4 rischia un nuovo procedimento giudiziario per tentata esportazione di capitale all’estero e evasione fiscale. Fede ha però sempre smentito di essersi recato in quella banca, ma non di essere andato a Lugano per altri motivi. Nei giorni scorsi Fede aveva infatti spiegato che la notizia di questo tentato versamento presso una banca svizzera «è totalmente falsa, inventata di sana pianta. Qualcuno ha inventato tutto questo, mi fa orrore e anche paura che si possa arrivare a inventare una cosa del genere». «Sono di fronte a qualcuno che ha inventato la notizia con uno scopo, a me molto evidente. Non è possibile che io, avendo già i problemi che avevo, mi sarei presentato in giro per la Svizzera con una valigetta piena di contanti. E' un falso organizzato. Qualcuno ha agito contro di me, per conto di qualche altro, si torna alla carica per mettermi in difficoltà e convincermi a lasciare la direzione del Tg4. E' un falso che per me ha nome e cognome», ha detto Fede senza però rivelare l’identità di questa persona che sospetta essere il colpevole. 



  PAG. SUCC. >