BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BALLANDO CON LE STELLE 8/ Claudia Andreatti: da Miss Italia al talent show, sognando di far la conduttrice come Milly Carlucci

Pubblicazione:

Claudia Andreatti e Samuel Peron  Claudia Andreatti e Samuel Peron

Ballando con le stelle 8 – Intervista a Claudia Andreatti. Una Miss Italia a Ballando con le stelle 8. E’ Claudia Andreatti, vincitrice del concorso del concorso di bellezza nel 2006, e come altri ballerini ormai eliminati dal talent show condotto da Milly Carlucci su Rai Uno, spera nel ripescaggio per continuare la sua entusiasmante avventura televisiva. Come ammette la stessa concorrente, è pronta a tutto e non si tira indietro mai, anche nelle prove più difficili. Abbinata al ballerino professionista Samuel Peron, è pronta a sfidare gli altri concorrenti a ritmo di tango, paso doble e altre danze pur di riavere un posto in vista della semifinale. In questa intervista in esclusiva a Ilsussidiario.net, Claudia Andreatti racconta come ha vissuto la partecipazione al programma e ci svela quali sono le sue ambizioni in ambito artistico e soprattutto televisivo.

Come giudichi  un programma come Ballando con le stelle e come spieghi il suo successo?

E’ un programma che sembra non sentire il peso del tempo. Dopo tante edizioni riscuote sempre tanto successo. Penso che il motivo di tutto questo sia la popolarità del ballo, il suo fascino estremo, una cosa che riesce a far stare incollati alla televisione persone di diversa età, famiglie intere, che guardano con estrema attenzione e coinvolgimento il talent show.

E’ stata bella finora la tua esperienza a questo programma?

Bellissima, fantastica. Mi sto trovando benissimo. Devo ringraziare tantissimo Milly Carlucci, che mi ha cercato proprio in Trentino, dove ero andata per qualche giorno di vacanza. Mi ha proposto di partecipare a “Ballando con le stelle”: Io ho accettato subito questa sfida. Ed ora eccomi qua pronta a giocarmi tutte le carte stasera per essere ripescata, per potermi giocare tutte le mie chances di rientrare in gara.

Ti piace il ballo, sei appassionata di tango, flamenco, valzer o qualche altro genere di danza?

Nel tango a “Ballando con le stelle” ho meritato un 8. Devo quindi riconoscere che questo ballo mi piace molto, come il flamenco. Affrontiamo ogni genere di ballo, il valzer, il samba, il tango, la salsa, tipi di danza in cui dobbiamo esibirci. Sono i balli che piacciono molto alla gente. La danza è una cosa incarnata nella passione popolare, è qualcosa di veramente grande che sta affascinando tantissimo anche me.

Cosa ricordi invece della tua vittoria a Miss Italia?

Ricordo che ero partita così quasi per divertimento, senza pretese di successo. Dalle selezioni provinciali mi sono trovata poi alle finali di Salsomaggiore. Quando siamo rimaste in tre ho capito che avrei potuto vincere. Forse mi ha aiutato anche il mio look, i miei capelli a caschetto, un’immagine veramente speciale che mi ha dato la spinta in più per vincere Miss Italia.

Hai avuto altre esperienze che hanno segnato la tua vita?

L’America, dove ero andata a diciotto anni per studiare. Ero a El Paso, in  Texas, al confine col Messico. Un’esperienza importante. Ho avuto la possibilità di conoscere due nazioni completamente diverse come gli Stati Uniti e il Messico

Ci puoi parlare del tuo lavoro di annunciatrice?

All’inizio non è stato facile calarmi in questo ruolo. Il lavoro dell’annunciatrice è quello di stare compassata, quasi rigida, deve mantenere questo stile per parlare a milioni di telespettatori tutti differenti tra loro.

Sei anche stata conduttrice e inviata di numerose trasmissioni da “Aspettando Miss Italia” (a  “X Factor” , a “Sette Note” , a “Uno Mattina Estate 2010” e molti alti programmi. Quali ricordi con maggiore piacere? Sei proprio un personaggio che ama calarsi in tanti ruoli…

Mi piace provare di tutto: penso bisogna cercare sempre di calarsi in tanti ruoli artistici. E credo che questo sia il segreto del successo che fino ad ora ho ottenuto.. Devo dire però che il lavoro che preferisco è quello della conduttrice. Ricordo in questo senso con particolare piacere la mia esperienza a “Uno mattina estate 2010” e mi piace molto in effetti fare la conduttrice nelle piazze, avere questo contatto diretto col pubblico. E’ stato bello anche lavorare a Radio 2 per “Extreme”, un programma sugli sport estremi. Devo ammettere che la radio mi piace tantissimo. Continua alla pagina seguente.



  PAG. SUCC. >