BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCONTRO TRA TITANI/ Anticipazioni stasera: Sam Worthington e Liam Neeson al posto di Chiambretti Sunday Show. 4 marzo 2012, Italia 1

Pubblicazione:

Scontro tra Titani  Scontro tra Titani

Scontro tra Titani, anticipazioni stasera: Sam Worthington e Liam Neeson al posto di Chiambretti Sunday Show.  4 marzo 2012, 21.00 Italia 1 - È “Scontro tra Titani” stasera su Italia 1: non stiamo parlando della sfida negli ascolti tv, ma della pellicola che prende il posto del Chiambretti Sunday Show che viene spostato a mercoledì. Uscito nel 2010 è il remake dell'omonimo film del 1981, per la regia di Louis Leterrier. A fronte di un giudizio negativo della critica, il film si rivela davvero spettacolare per quanto riguarda l’utilizzo delle moderne tecniche digitali per la resa in 3D, come ha evidenziato per il sussidiario.net Gian Maria Corbetta, nella sua recensione alla pellicola. Omero e la mitologia greca quindi al servizio del puro divertimento 3D.
La pellicola narra la vicenda di Perseo, interpretato da Sam Worthington, il figlio di Zeus e dell’umana Danae, che con un manipolo di valorosi guerrieri insegue il re degli inferi per evitare che la divinità porti a compimento il suo piano malvagio. Il dio greco degli inferi, Ade (Ralph Fiennes), infatti vuole spodestare Zeus (Liam Neeson) dal trono, grazie alle sue forze oscure, e regnare non solo sugli Inferi ma anche sulla Terra.
Scoppia una guerra tra le divinità dell’Olimpo greco che rischia di distruggere il mondo intero. Sarà proprio il semi-dio, grazie anche al suo cavallo alato Pegaso, a riuscire a contrastarla. Ma il viaggio sarà ricco di avventure, imprevisti e pericoli, tra creature mitologiche mostruose, come Medusa, Calibos (Jason Flemying), le arpie e scorpioni giganti.
Tra le curiosità che riguardano Scontro tra Titani, bisogna sottolineare le numerose modifiche rispetto al mito greco originale: ad esempio Pegaso non avrebbe potuto aiutare Perseo prima che questi uccidesse Medusa, perché il cavallo alato, secondo il mito, sarebbe nato proprio dal sangue di questa una volta sconfitta. Inoltre nei racconti greci Ade non è mai stato descritto come una divinità malvagia, ma semplicemente fredda e distaccata, e per questo temuta sia dagli dei che dagli uomini. 



  PAG. SUCC. >