BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA CERTOSA DI PARMA/ Stasera ultima puntata. Tragico finale per Clelia e Fabrizio. 5 marzo 2012

Pubblicazione:

Clelia Conti e Fabrizio Del Dongo  Clelia Conti e Fabrizio Del Dongo

La Certosa di Parma, anticipazioni trama ultima puntata della fiction  - La Certosa di Parma avrà un tragico finale. Stasera, 5 marzo 2012, sarà in onda su Rai Uno, dalle ore 21.10, la seconda e ultima parte della miniserie diretta da Cinzia Th Torrini (leggi qui l’intervista), che racconta al pubblico televisivo l’appassionante storia d’amore resa immortale a livello letterario da Stendhal. E la trasposizione cinematografica della regista di Elisa di Rivombrosa ha coinvolto e entusiasmato il pubblico: 5.159.000 spettatori (share del 19,59%) hanno seguito la prima puntata. Come saranno i risultati di stasera? Una sfida non semplice per la fiction Rai, che si scontra con la prima puntata dello show Panariello non esiste. Ma chi si è “immerso” con coinvolgimento nell’accattivante atmosfera ottocentesca del Principato di Parma ed è curioso do conoscere il destino di Clelia Conti (Alessandra Mastronardi) e Fabrizio Del Dongo (Rodrigo Guirao Diaz) è probabile non vada oltre il tasto “uno” del telecomamdo. Tra intrighi, amori proibiti e passioni latenti, ecco dove siamo rimasti con la prima puntata. La Duchessa Sanseverina, forte dell’amore del conte Mosca e segretamente e malsanamente attratta dal nipote Fabrizio, si trasferisce a Parma, dove conquista i favori del Proncipe, con grande disappunto della consorte del nobile e delle dame di corte. Ma a Parma si sparge la voce della relazione incestuosa, che tuttavia resta solo un desiderio della zia, tra Del Dongo, che nel frattempo è a Napoli a studiare in seminario per evitare l’arresto come sostenitore delle rivolte napoleoniche, e la Sanseverina. Il conte Mosca, innamorato di Gina,  Duchessa di Sanseverina, acconsente all’allontanamento richiestogli da Fabrizio, ma la separazione dall’amato nipote fa impazzire la zia. Nel frattempo Fabrizio uccide per legittima difesa un uomo di una compagnia di comici (per difendere la bella Marietta) e deve scappare per non essere arrestato.

Ecco cosa accadrà nella seconda puntata. Il principe di Parma, divorato dal desiderio di avere Gina, e sicuro che controllando il nipote Fabrizio lei  asseconderà i suoi desideri, riesce a far tornare Del Dongo  a Parma con l’inganno, ma lo fa richiudere nella fortezza, sotto il controllo del generale Conti, padre di Clelia. Ed’ qui che nasce inesorabilmente la passione travolgente fra Fabrizio e Clelia, fino al punto che la giovane, quando pensa che l’amato possa morire, sceglie di tradire la fiducia padre pur di salvarlo. Clelia chiede l’aiuto di Gina per far fuggire Fabrizio ma il giovane non vuole lasciarla e si convince a scappare solo quando Clelia  gli promette di raggiungerlo appena possibile. Fabrizio scappa dalla fortezza grazie a Clelia, Gina e all’aiuto di Ferrante Palla, il rivoluzionario scampato alla forca. Una volta che il nipote è al sicuro Gina ordina a Palla di uccidere principe, convinta che finché il tiranno sarà vivo, loro saranno in pericolo. Ormai lontani  in una villa di Belgirate, Fabrizio, che aspetta di essere raggiunto da Clelia, fa chiarezza sui sentimenti con Gina. Lui non la ama.

A Parma intanto la situazione precipita…. la fuga di Fabrizio e l’assassinio del principe, ora sul trono c’è suo figlio Ranuccio, hanno messo in pericolo  Clelia e il conte Mosca:  la Conti dopo che il padre ha avuto un malore proprio a causa della fuga di Fabrizio, sentendosi responsabile, fa voto alla Madonna di non vedere più Fabrizio se il padre si slverà. E accetta l’impegno di matrimonio con Crescenzi. Il conte Mosca è invece caduto in disgrazia a causa delle trame di Rassi che, ha  le prove che dimostrano che è Gina la mandante dell’omicidio del principe. Gina e Fabrizio sono costretti a tornare a Parma. Lui cercare di convincere Clelia a non sposare Crescenzi. Ma Fabrizio rischia di essere avvelenato per ordine del generale Conti, che vuole vendicare l’umiliazione subita a causa della sua fuga.

Due enormi sacrifici, di Gina e dal conte Mosca, risolveranno la situazione. La Sanseverina si concede al giovane principe, Mosca rassegna le dimissioni da primo ministro a beneficio di Rassi. Clelia salva appena in tempo Fabrizio dall’avvelenamento. Continua alla pagina seguente.



  PAG. SUCC. >