BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BALLARO'/ In studio si parla di Lega, mentre a Bergamo Maroni diventa il nuovo leader (video). 10 aprile 2012

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Ballarò, puntata del 10 aprile 2012 – Nella puntata andata in onda ieri sera di Ballarò si è parlato soprattutto dello scandalo che sta investendo la Lega Nord, di Imu e della crisi economica. Mentre va in onda la trasmissione, a Bergamo sta parlando Maroni, che annuncia il Consiglio Federale di giovedì prossimo che procederà all'espulsione di Belsito. I dati sono questi: Rosy Mauro avrebbe pagato 60.000 euro per la sua laurea in Svizzera ed altri 60.000 per il suo amico, e poi c'è il filmato in cui si vede Renzo Bossi prendere 50 euro per la benzina. Il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, ritiene che la crisi dei partiti sia molto meritata e crede anche che sia ormai arrivato il momento di abolire il finanziamento pubblico agli stessi. Egli ha comunque apprezzato le dimissioni di Bossi (padre e figlio) e dice che avrebbe voluto che a suo tempo anche alcuni del suo partito si fossero dimessi. Secondo Luigi Abete, Presidente di Assonime, le persone anche all'interno dei partiti vanno scelte i base al curriculum. Giorgia Meloni, che è stata ministro con Bossi, vuole dire che non crede nella generalizzazione, ma crede nel diritto dei tanti militanti della Lega di non essere accomunati a chi sbaglia, perché certamente non si può fare di tutta l'erba un fascio. Maria Latella, Direttore del Settimanale A, dice che dalle cose che abbiamo appreso viene fuori una meridionalità inaspettata di Bossi, che è il familismo di chi sistema i suoi parenti. Si passa poi a parlare di IMU, 11 miliardi in più di tasse, che inizieremo a pagare già da giugno. Enrico Giovannini, Presidente ISTAT, spiega alcuni dati tecnici e segnala che nel quarto trimestre del 2011 la propensione al risparmio ha avuto un piccolo aumento e questo è un elemento che mostra come l'Italia si stia avvicinando al comportamento degli altri paesi di fronte alla crisi, perché gli Italiani hanno capito che questa non è un fatto temporaneo. Così si è rinunciato a mantenere un certo tenore di vita per ricominciare invece a risparmiare, e dunque a rimetterci è l'economia. Intanto lo spread ha ripreso a crescere. Desmond Guinness, industriale della Birra, racconta ai microfoni di Ballarò le difficoltà dell'Irlanda. Anche lì è arrivata la crisi e invece di creare lavoro vengono messe nuove tasse. Giorgia Meloni si dice soddisfatta della proposta di Angelino Alfano di rendere l'IMU una tassa una tantum limitata a quest'anno. Matteo Renzi, da parte sua, spiega come si sta muovendo in questo senso il comune di Firenze, tassando soprattutto coloro che hanno tre o quattro case. In questo modo, dice Renzi, l'IMU può diventare uno strumento di riequilibrio sociale. Intanto si ripetono i blitz contro gli evasori, ma questi restano e ci si chiede se a volte il nero non diventi l'unica scelta possibile per gli italiani. Maria Latella dice che qualcosa dovrebbe cambiare con l'ipotesi di detrarre ad esempio la spesa per le baby sitter. Andando avanti così, se i giovani non fanno figli anche perché non sanno a chi lasciarli, l'Italia diventerà sempre di più un Paese vecchio. 



  PAG. SUCC. >